STILI AUTORIALI DEL CINEMA CONTEMPORANEO

A.A. di erogazione 2019/2020
Insegnamento opzionale

 (A.A. 2018/2019)

Docenti

ROSSI LORENZO
Anno di corso: 
2
Tipologia di insegnamento: 
Base
Settore disciplinare: 
CINEMA, FOTOGRAFIA E TELEVISIONE (L-ART/06)
Crediti: 
8
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
64
Dettaglio ore: 
Lezione (64 ore)

Il corso si propone di fornire un quadro delle tendenze del cinema contemporaneo dagli anni Novanta del Novecento fino a oggi, con particolare attenzione per la nozione di autore e la possibilità di identificare stilemi riconoscibili.
L’obiettivo è quello di fornire un metodo analitico e interpretativo del testo filmico, che tenga conto di alcune direttrici fondamentali:
- evoluzione storica delle tracce distintive dell’autorialità cinematografica, e ridefinizione in funzione del contesto storico e artistico (indicativamente 20 ore)
- possibilità di connettere l’identità artistica dell’autore con elementi stilistici e linguistici (scrittura, messa in scena, punto di vista.) (indicativamente 15 ore)
- relazione tra il singolo film, filmografia di un autore e linee di evoluzione del cinema contemporaneo (distribuzione in sala, organizzazione dei Festival specializzati) (indicativamente 15 ore)
- connessioni fra i processi storici della contemporaneità e il racconto dei processi sociali, politici e culturali del mondo di oggi (indicativamente 14 ore)

Tra i risultati di apprendimento attesi si segnalano:
- capacità di analizzare testualmente e criticamente il testo filmico
- conoscenza del sistema cinematografico contemporaneo, sia dal punto di vista artistico che del-la discorsivizzazione specialistica
- capacità di riconoscere gli elementi stilistici e narrativi che definiscono una produzione coerente e organizzata.

Non è previsto alcun prerequisito.

Il corso analizzerà nello specifico i seguenti argomenti:
- concetto di autorialità cinematografica: prospettiva storica e declinazione contemporanea
- strumenti metodologici e culturali necessari per affrontare lo studio scientifico del fenomeno cinematografico, centrale nella cultura visiva moderna e contemporanea
- interpretazione ed elaborazione dei prodotti audiovisivi finalizzati ai diversi ambiti della comunicazione
- ruolo delle immagini nel medium cinematografico (la loro provenienza, i modelli formali, le strategie della narrazione) e nella società contemporanea
- ruolo del filmico nella visualità novecentesca e del primo ventennio del XXI secolo (il cinema e le sue nuove modalità di esistenza), anche in rapporto interdisciplinare con settori contigui e affini.

Gli obiettivi formativi del corso verranno raggiunti attraverso la modalità delle lezioni frontali (per un totale di 64 ore).

La verifica dell’apprendimento dei contenuti trattati all’interno del corso avverrà tramite una prova orale. Verranno valutate l’acquisizione e la padronanza degli argomenti elencati nella sezione contenuti. Allo stesso modo sarà fondamentale dimostrare una solida conoscenza e una buona capacità analitica di tutti i film in programma di cui si riporta l'elenco:
- Velluto Blu di David Lynch (1984)
- Dancer in the Dark di Lars von Trier (2000)
- Elephant di Gus Van Sant (2003)
- Inland Empire di David Lynch (2007)
- Zero Dark Thirty di Kathryn Bigelow (2013)
- Mektoub, My Love – Canto Uno di Abdellatif Kechiche (2017)
- Tesnota di Kantemir Balagov (2017)
- Happy End di Michael Haneke (2017)
- C’era una volta a. Hollywood di Quentin Tarantino (2019)
- Post Mortem di Pablo Larraín (2010)
- No – I giorni dell'arcobaleno di Pablo Larraín (2012)
- 4 mesi, 3 settimane, 2 giorni di Cristian Mungiu (2007)
- Un padre una figlia di Cristian Mungiu (2016)
- Il tocco del peccato di Jia Zhang-Ke (2013)
- Al di là delle montagne di Jia Zhang-Ke (2015)

Il voto non sarà determinato soltanto dal grado di preparazione dello studente (60%) ma anche dalla capacità di esposizione (chiarezza, sintesi, argomentazione) e dall'abilità critica e analitica mostrate durante la discussione (40%).
Per gli studenti frequentanti è prevista la possibilità di elaborare un paper che verterà sull'analisi del lavoro di uno degli autori trattati durante il corso (da consegnare in formato digitale, via e-mail, entro la data dell’appello d’esame al quale lo studente si iscrive, della lunghezza compresa tra le 25.000 e le 30.000 battute).
Le modalità di elaborazione del paper e i termini della sua validità verranno illustrati durante le lezioni.
L’elaborazione del paper sostituisce uno dei testi in programma e sarà argomento di discussione durante la prova orale.
La valutazione del paper (per un massimo di 5 punti) terrà conto della capacità di analisi dei testi filmi-ci e delle specificità stilistiche degli autori (60%) e della capacità motivare adeguatamente affermazioni e giudizi attraverso il testo (40%).
Lo studente per superare la verifica di apprendimento deve aver raggiunto il punteggio totale di 18/30.

È richiesto lo studio dei seguenti testi:
- G. Carluccio, L. Malavasi, F. Villa, Il cinema. Percorsi storici e questioni teoriche, Carocci, Milano, 2015. So-lo i capitoli 5, 6, 7, 9, 15.
- M. Fadda, Il cinema contemporaneo. Caratteri e fenomenologia, Archetipo Libri, Bologna, 2010.
- V. Buccheri, Lo stile cinematografico, Carocci, Roma, 2010.
Verrà inoltre fornita direttamente dal docente una lista di 15 film dei quali sarà richiesta la conoscenza agli studenti. In quanto materiale propedeutico alla comprensione del corso e alla preparazione della prova d’esame, la conoscenza e l’analisi di tutti i film (che verrà affrontata durante il corso) sarà obbligatoria.

Il docente riceve gli studenti su appuntamento via e-mail, presso il Dipartimento di Scienze Teoriche e Applicate (Padiglione Rossi).

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2020/2021

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2019/2020

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE