Università degli studi dell'Insubria

CHIMICA ANALITICA E CONTROLLO DI QUALITA'

A.A. di erogazione 2018/2019

Laurea triennale in BIOTECNOLOGIE
 (A.A. 2016/2017)
L'insegnamento è composto da diversi moduli, consultare il dettaglio nella sezione Moduli.
Anno di corso: 
3
Crediti: 
6
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
48

L’obiettivo principale del corso consiste nel fornire agli studenti le competenze nell’eseguire analisi qualitative e quantitative secondo procedure codificate, utilizzando le più comuni tecniche strumentali. Le principali competenze acquisite saranno:
• Conoscere i principi, la strumentazione delle più comuni tecniche spettroscopiche per eseguire analisi qualitative e quantitative;
• Conoscere le tecniche separative cromatografiche ed i diversi meccanismi di ritenzione cromatografica;
• Conoscere la strumentazione per gascromatografia e per cromatografia liquida;
• Conoscere i principi delle tecniche spettroscopiche nucleari e saper analizzare spettri legati a tali tecnica;
• Conoscere le norme di controllo qualità per la validazione di un metodo.

Prerequisiti: 

lo studente deve aver chiaro i concetti di legami molecolari, peso molecolare, gruppi funzionali e polarità delle molecole, concetti forniti nei precedenti corsi di chimica generale ed inorganica e chimica organica

A) Spettroscopia di risonanza magnetica nucleare
- Principi di risonanza magnetica nucleare
- Risonanza magnetica nucleare per l’idrogeno
- Risonanza magnetica nucleare per il carbonio in onda continua
- Risonanza magnetica in trasformata di Fourier
- Tecniche di risonanza magnetica bidimensionali
- Analisi di spettri NMR monodimensionali
- Esercizi di riconoscimenti molecolare tramite spettri NMR
- B) Spettrometria di massa
- Principi di spettrometria di massa
- Strumentazione per la spettrometria di massa
- Analisi di spettri di spettrometria di massa
- C) Tecniche cromatografiche di purificazione ed analisi
- Principi della cromatografia. Fasi stazionarie e fasi mobili: cromatografia di adsorbimento su superficie piana (TLC) e su colonna (eluenti e metodi per evidenziare i composti presenti)
- Cromatografie di ripartizione, esclusione, scambio ionico ed affinità
- Gascromatografia. Parti dello strumento. Iniettore, colonna (forno), detector, Gas carrier
- Specifiche strutturali delle fasi stazionarie usate
- Analisi qualitative e quantitative; parametri che possono influenzare un’analisi
- Analisi con strumento GC-MS
- Esempi di separazioni di miscele complesse
- Cromatografia liquida ad alta prestazione (HPLC). Parti dello strumento: iniettore, colonna, detector ed eluente. Caratteristiche delle fasi stazionarie dirette ed inverse ed eluenti generalmente usati
- Teoria della spettroscopia Uv-vis e fluorescenza per la determinazione delle sostanze
D) Controllo qualità
- Generalità sul controllo qualità: le norme di riferimento ISO 9001 e ISO 17025
- Metodi di controllo qualità: sviluppo e validazione
- Gas-cromatografia: spazio di testa per la determinazione dei solventi residui nel prodotto finito; determinazione dello stato di avanzamento di una reazione con miscela di isomeri di dodecilbenzene
- UHPLC: ricerca di monomeri residui in polimeri acrilici in emulsione inversa
- HPLC: valutazione del contenuto di un sottoprodotto di reazione e misura del rapporto dei due isomeri del prodotto finito
- Spettrometria FT-IR: determinazione del numero di iodio in una miscela di oli vegetali esausti rigenerati; controllo di una miscela ternaria di solventi di reazione
- Tecnica NMR: valutazione dell’efficienza di sostituzione di un polimero naturale

Le lezioni sugli argomenti trattati sono tenute frontalmente con la proiezione di slide associata ad un ampio uso della scrittura su fogli di carta contestualmente proiettati sullo schermo.

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

Lo scopo dell’esame è verifica il livello di conoscenza degli argomenti svolti e valutarne la capacità applicativa. Al termine del corso è previsto un esame scritto sugli argomenti trattati. Tale prova scritta è composta di sei domande di cui alcune a risposta aperte ed altre sono esercizi per valutare la comprensione degli argomenti.

Slide lezioni: scaricabili dal sito E-learning
Testo: “Guida pratica alla interpretazione di spettri NMR”. Aut. Antonio Randazzo - Editore Loghia.
“Strumenti per il laboratorio chimico/biologico”. Aut. S. Polesello, A. Polesello, S. Guenzi, C. Roscioli – Editore: Tecniche Nuove (Mi)

ORARIO DI RICEVIMENTO
Preferibilmente su appuntamento (mediante richieste via e-mail).
Il docente è disponibile ad incontri di approfondimento o di chiarimento sugli argomenti trattati per gruppi di studenti.

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2019/2020

Anno di corso: 3
Curriculum: BIOTECNOLOGIE MOLECOLARI

A.A. 2018/2019

Anno di corso: 3
Curriculum: BIOTECNOLOGIE MOLECOLARI CELLULARI

A.A. 2017/2018

Anno di corso: 3
Curriculum: BIOTECNOLOGIE MOLECOLARI CELLULARI