Università degli studi dell'Insubria

ECONOMIA DEI MERCATI FINANZIARI

A.A. di erogazione 2017/2018
Insegnamento obbligatorio

 (A.A. 2017/2018)
Anno di corso: 
1
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Settore disciplinare: 
ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI (SECS-P/11)
Attivita' formativa capogruppo: 
Crediti: 
6
Ciclo: 
Terzo Trimestre
Ore di attivita' frontale: 
40
Dettaglio ore: 
Lezione (40 ore)

Il Corso si propone di illustrare il ruolo dei mercati finanziari, dei fattori istituzionali e degli intermediari finanziari; inoltre focalizza l’attenzione sugli strumenti finanziari (azioni, obbligazioni, derivati finanziari) e sul processo di negoziazione.
Al termine del corso lo studente dovrà essere in grado di conoscere e comprendere la regolamentazione e le principali variabili economico-finanziarie utili ai fini della valutazione degli strumenti finanziari.
I risultati dovranno essere valutati dallo studente per comprendere la validità delle decisioni di investimento.

Prerequisiti: 

Non sono previsti espliciti pre-requisiti. Una buona conoscenza delle tematiche di base di Economia degli Intermediari Finanziari è tuttavia consigliata.

1. Le funzioni del mercato mobiliare.
2. Mercato primario e secondario dei titoli.
3. Le forme organizzative dei mercati.
4. Organismi di controllo e regolamentazione del mercato mobiliare: i riflessi sulla struttura organizzativa dei mercati.
5. Tassonomia, funzioni economiche e caratteristiche tecniche degli strumenti finanziari.
6. Metodologie di valutazione degli strumenti finanziari (cenni).
7. Motivazioni della quotazione in Borsa degli strumenti finanziari. Organizzazione e struttura operativa dei principali mercati regolamentati italiani: le modalità di contrattazione; i sistemi di liquidazione e garanzia.
8. Le attività e il ruolo degli intermediari finanziari sul mercato mobiliare:
8.1. i servizi:
a) l'intervento degli intermediari nelle operazioni di mercato primario (aumenti di capitale, collocamento dei titoli, offerte pubbliche di azioni);
b) i servizi di negoziazione offerti mediante sistemi di negoziazione tradizionali ed alternativi;
c) i servizi di consulenza e di gestione dell’investimento in titoli: la gestione individuale dei patrimoni mobiliari (GPM) e la gestione collettiva del risparmio (fondi di investimento);
8.2. Regole di comportamento, caratteristiche operative e tipologie degli intermediari mobiliari e degli investitori istituzionali.
9. Un’analisi dei dati riferiti al mercato mobiliare italiano.

L’insegnamento è erogato su complessive 40 ore di didattica frontale.

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

L’esame si compone esclusivamente di una prova finale scritta, della durata di un’ora e mezza, articolata in 5 domande a risposta aperta.
Ai fini del superamento dell’esame è necessario conseguire una valutazione di almeno 18/30esimi.
Non è prevista alcuna integrazione orale.
Lo studente che consegue nella prova scritta un punteggio inferiore a 15/30 non può sostenere l’esame nell’appello successivo della medesima sessione di esami.

Il materiale didattico obbligatorio è il seguente:
1. FERRARI A. – GUALANDRI E. – LANDI A. – VEZZANI P., Il sistema finanziario: funzioni, mercati e intermediari, Giappichelli Editore, Torino, 2016: cap. I, cap. II (paragrafi 5 e 6); cap. V; cap. VI (paragrafi 1; 3.3; 4).
2. A. Ferrari - E. Gualandri - A. Landi - V. Venturelli - P. Vezzani (2017), Strumenti e prodotti finanziari: bisogni di investimento, finanziamento, pagamento e gestione dei rischi , G. Giappichelli Editore, Torino, capitoli III (paragrafi 1; 3.3), IV (paragrafi 2; 2.1), V (tutto, eccetto appendici B e C), VI (tutto, eccetto paragrafo 3.2), VII, IX, X.
3. AA.VV., La crescita delle PMI attraverso gli strumenti di finanza innovativa, FrancoAngeli Editore, Milano, 2014, capitoli 1, 2, 3.
4. Banca d'Italia, Relazione annuale 2016, Roma maggio 2017, pp. da 74 a 95; da 170 a 185. Il testo si può scaricare dal sito internet: https://www.bancaditalia.it/pubblicazioni/relazione-annuale/2016/index.html

Altro materiale obbligatorio (slide delle lezioni, materiali di approfondimento) sarà progressivamente reso disponibile on line sulla piattaforma di e-learning.
Nessun altro materiale didattico (dispense, riassunti, ecc.) è autorizzato dal Docente.