BIOLOGIA MOLECOLARE-modulo di Biologia Molecolare Vegetale

A.A. di erogazione 2019/2020
Insegnamento obbligatorio

Laurea triennale in BIOTECNOLOGIE
 (A.A. 2017/2018)

Docenti

L'insegnamento è condiviso, tecnicamente "mutuato" con altri corsi di laurea, consultare il dettaglio nella sezione Mutuazioni
Anno di corso: 
3
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Settore disciplinare: 
FISIOLOGIA VEGETALE (BIO/04)
Attivita' formativa capogruppo: 
Crediti: 
6
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
48
Dettaglio ore: 
Lezione (48 ore)

Obiettivo del corso è quello di fornire le conoscenze di base su vari aspetti della biologia molecolare vegetale. Particolare rilievo viene dato allo studio dei meccanismi molecolari che regolano la crescita e lo sviluppo delle piante e la risposta agli stress.
Al termine del corso ci si aspetta che lo studente abbia appreso a:
• Interpretare gli esperimenti di genetica e biologia molecolare per l’isolamento e lo studio dell’espressione dei geni nella pianta modello arabidopsis thaliana.
• spiegare i meccanismi molecolari che regolano lo sviluppo di una pianta dall’embriogenesi allo stadio riproduttivo
• descrivere la percezione e trasduzione del segnale degli ormoni
• descrivere alcuni processi molecolari a disposizione della pianta per rispondere agli stress abiotici

Sono necessarie conoscenze di biologia vegetale, genetica e biologia molecolare.

• Arabidopsis thaliana come sistema modello molecolare. Il genoma nucleare: livelli di organizzazione, dimensione, poliploidia, elementi trasponibili. Il genoma plastidiale e mitocondriale. Interazioni tra i genomi. (6h)
• Il controllo dell’espressione genica: elementi cis e trans; microRNA; meccanismi epigenetici. (4h)
• Tecniche di studio dell’espressione genica: overespressione e inattivazione genica. La mutagenesi classica e inserzionale. Sistemi di T-DNA ingegnerizzati: gene tagging, promoter trapping, enhancer trapping, activating tagging. Genetica Forward: dall'isolamento di un mutante all'identificazione del gene mutato. Genetica Reverse: isolamento di un mutante inserzionale nel gene d'interesse. (6h)
• Regolazione genica durante lo sviluppo: embriogenesi, sviluppo vegetativo e induzione fiorale, sviluppo del fiore. (12h)
• Fitoregolatori: percezione e vie di trasduzione del segnale di auxina, citochinine, gibberelline, etilene, acido abscissico e brassinosteroidi. (12h)
• Risposte a stress abiotici: stress da freddo, stress da caldo, stress idrico e allagamento. (8h)

48 ore di lezioni frontali

L'esame consiste in un colloquio orale in cui verranno affrontati almeno 2 temi tra quelli trattati nelle lezioni. Un'ulteriore domanda verterà sugli approcci sperimentali discussi durante il corso.
Verranno utilizzati i seguenti criteri per verificare le conoscenze e le competenze acquisite:
1) la comprensione degli argomenti trattati;
2) la completezza delle conoscenze acquisite;
3) la capacità di interconnettere le conoscenze acquisite;
4) l'uso di una terminologia adeguata.
5) la partecipazione attiva in aula durante il corso (domande, commenti)

• Smith et al., Biologia delle piante Ed. Zanichelli
• Taiz L. – Zeiger E. Fisiologia vegetale Ed. PICCIN
• Buchanan, Gruissem, Jones, Biochimica e Biologia molecolare delle piante, Zanichelli
• Le presentazioni usate per le lezioni saranno disponibili, per gli studenti iscritti, tramite piattaforma E-learning.

Il docente riceve su appuntamento mediante richieste via e-mail