Università degli studi dell'Insubria

LAW AND HUMANITIES

A.A. di erogazione 2017/2018

 (A.A. 2016/2017)
Anno di corso: 
2
Tipologia di insegnamento: 
A scelta dello studente
Sede: 
Como - Sant'Abbondio
Settore disciplinare: 
DIRITTO PRIVATO (IUS/01)
Crediti: 
6
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
35
Dettaglio ore: 
Lezione (35 ore)

Il corso mira a illustrare nella sua prima parte le connessioni tra il diritto, il linguaggio e le forme espressive alte dell'uomo, in particolare la letteratura.
Nella seconda parte si esaminerà il tema della giustizia in alcuni autori antichi e moderni.
Il corso si propone come obiettivo formativo di (di)mostrare come il diritto – cioè “l’arte del buono e del giusto” - sia una realtà intimamente legata alla condizione umana e abbia molti punti di contatto con lo studio delle lingue, come ad esempio il tema dell'interpretazione (presupposto, per i linguisti, della traduzione); il corso è dunque pensato per avvicinare al diritto in modo accattivante - ma al tempo stesso serio - gli studenti “non giuristi” di Mediazione Linguistica, fornendo un metodo di lettura della realtà che potrà essere utile nelle loro future professioni.

Non è richiesto alcun prerequisito.

PARTE PRIMA.
1. Introduzione: la lingua come medium espressivo del diritto e della letteratura
2. Il diritto come letteratura
3. Il diritto nella letteratura
4. Oralità e scrittura
5. L'interpretazione come ponte tra diritto e letteratura
6- Conclusioni
PARTE SECONDA.
7. Il diritto nella poesia di Orazio
8. Dante e Petrarca e la letteratura giuridica del loro tempo
9. La vendetta, giustizia originaria ne "Il conte di Montecristo" di Dumas
10. Il processo come condanna in Franz Kafka
11. Il diritto nel teatro di Eduardo De Filippo
12. Giustizia come ossessione in Leonardo Sciascia

Ogni punto verrà trattato in una lezione di tre ore accademiche

Lezioni frontali, lavoro di gruppo, visite didattiche.

La prova d'esame si svolge in forma orale.
Il voto finale è attribuito in trentesimi.
La durata dell'esame è di circa 25 minuti.
La prova è finalizzata alla verifica dell’acquisizione e della corretta comprensione del materiale didattico proposto.
La votazione terrà conto della capacità dello studente di rispondere correttamente alle domande poste, dimostrando di possedere proprietà di linguaggio, attitudine al ragionamento, capacità di argomentare con spirito critico. La lode verrà conferita nel caso in cui lo studente si sia particolarmente distinto per le abilità linguistiche e argomentative dimostrate.

Studenti frequentanti: appunti delle lezioni

Studenti non frequentanti:
Tre a scelta tra i seguenti testi:

A. Fichera, “Breve storia della vendetta”, Castelvecchi, 2004, pp. 1 -187

M. Brunello - G. Zagrebelsky, “Interpretare, Dialogo tra un musicista e un giurista”, Il Mulino, 2016, pp. 138

J. Verges, “Giustizia e letteratura”, Liberilibri, 2012, PP. Da 1 a 163

R. Hassan, “La poesia e il diritto in Orazio”, Jovene, 2014, pp. 184

D. Bianchi Jesurum, “Dante Giurista? Sondaggi nella divina commedia”, Giappichelli, 2014, pp. 148

C. Di Fonzo, “Dante e la tradizione giuridica”, Carocci, 2016, pp. 174

M. Q. Lupinetti, “Francesco Petrarca e il diritto”, Edizioni dell’Orso, 1999, pp. 122

L. Pogliaghi, “Giustizia come ossessione; forme della giustizia nella pagina di Leonardo Sciascia”, La Vita Felice, 2005, pp. 182

G. Marino, “Il diritto nel teatro di Eduardo”, Editoriale Scientifica, 2015, pp. 188

C. Lajolo, “Invito alla lettura di Kafka”, Mursia, 1989, pp. 133

A. Cassese, “Kafka è stato con me tutta la vita”, Il Mulino, 2013, pp. 131

A. Drigani, “Il mantello della giustizia. Il diritto secondo la Chiesa nei Promessi Sposi”, Libreria Editrice Fiorentina, 2011, pp. 77

B. Cavallone, La borsa di Miss Flite. “Storie e immagini del processo”, Adelphi, pp 1 – 226

R. Marra, “Diritto e castigo. Immagini della giustizia penale: Goethe, Manzoni, Fontane, Gadda”, Il Mulino, 2013, pp. 152

M. Nuzzo e altri, “Il segno, il linguaggio e l’interpretazone. Il diritto dialoga con l’arte, la letteratura, la religione”, Eurilink, pp. 1 – 179

W. J. Ong, “Oralità e scrittura. Le tecnologie della parola”, Il Mulino, 1986, pp. 246.

Orario di ricevimento:
Giovedì, alla fine della lezione, sede di Como. Il docente è sempre disponibile a concordare incontri in giorni e orari diversi previo contatto tramite e-mail.
Il docente ha un gruppo FB dedicato alle attività accademiche curriculari ed extracurriculari: Giorgio Law Humanities. Gli studenti interessati possono, se lo desiderano, aderire.