Università degli studi dell'Insubria

DIRITTI UMANI, RELIGIONI ED AGENDA NU 20-30 (CORSO PRIMED)

A.A. di erogazione 2019/2020

Laurea Magistrale Ciclo Unico 5 anni in GIURISPRUDENZA
 (A.A. 2017/2018)

Docenti

CROTTI EGIDIO
CAMILLERI GIOVANNI
L'insegnamento è condiviso, tecnicamente "mutuato" con altri corsi di laurea, consultare il dettaglio nella sezione Mutuazioni
Anno di corso: 
3
Tipologia di insegnamento: 
Affine/Integrativa
Settore disciplinare: 
DIRITTO CANONICO E DIRITTO ECCLESIASTICO (IUS/11)
Crediti: 
8
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
50
Dettaglio ore: 
Lezione (50 ore)

Il corso intende fornire ai futuri operatori del diritto gli strumenti-base necessari per lo svolgimento della loro professione in un contesto fortemente multiculturale e multireligioso. Il corso fornirà le basi per la conoscenza dei meccanismi teorici ed operativi della cooperazione internazionale, con particolare attenzione al ruolo delle Nazioni Unite (Agenda 20-30) ed all'influenza dei fattori religioso e culturale nell'elaborazione delle politiche della globalizzazione. Tale obiettivi verranno realizzati sia attraverso la conoscenza dei meccanismi operativi delle Agenzie internazionali (Knowledge and understanding) sia attraverso lo studio circa recezione delle loro attività in contesti culturali differenti (riva Nord e Sud del Mediterraneo) (applying knowledge) sia attraverso l'acquisizione di una capacità riflessiva volta all'analisi critica delle situazioni esaminate (making judgments). Infine, lo studente, grazie alle modalità partecipata di svolgimento del corso, apprenderà sia la comunicazione degli elementi principali delle fattispecie esaminate (communication) sia la personale rielaborazione delle informazioni ricevute (learning skills).

Buona conoscenza diritto internazionale, diritto ecclesiastico, diritto dell'Unione Europea e diritto pubblico-costituzionale.

Il corso è suddiviso in tre moduli.
Il primo modulo illustra i contenuti generali dell’Agenda NU 20-30, quale strumento globale e trasversale per la costruzione di società pacifiche, sostenibili, inclusive e giuste, soffermandosi sui fattori che ne favoriscono o limitano l’applicazione nello spazio mediterraneo. In particolare si discuterà dei diversi approcci all’inclusione; dei modelli di città e società sostenibili e sostenibilità dei servizi (accessibilità, capacità e qualità).
Il secondo modulo è dedicato alla recezione di tali contenuti da parte dei sistemi religiosi della sponda Nord del Mediterraneo. Si prenderanno, dunque, in considerazione temi quali l'universalità dei diritti; gli stili di vita e le differenze religiose; la sfida della vulnerabilità; la governance locale e il pluralismo religioso; gli attori dello sviluppo, ovvero personalità delle comunità religiose, società civile e partiti politici ed il loro approccio agli obiettivi dell’Agenda NU; legame tra religione e modelli economico-imprenditoriali.
I medesimi temi verranno affrontati anche dal terzo modulo, sviluppato da due docenti stranieri, dedicato all’Agenda 20-30 vista dalla prospettiva delle tradizioni religiose della sponda Sud del Mediterraneo, con particolare riferimento al Marocco ed al Libano.

Lezioni condotte con metodo partecipativo e seminariale, con la continua diretta partecipazione degli studenti.

A scelta dello studente: prova scritta finale o tesina monografica da scegliersi entro la prima metà del corso (nel corso del secondo modulo).

Materiali forniti su piattaforma e-learning.

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2018/2019

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO LINGUISTICO E INTERNAZIONALE
Anno di corso: 4
Curriculum: PERCORSO LINGUISTICO E INTERNAZIONALE
Anno di corso: 5
Curriculum: PERCORSO LINGUISTICO E INTERNAZIONALE