Università degli studi dell'Insubria

DIDATTICA DELL'ITALIANO AGLI STRANIERI

A.A. di erogazione 2018/2019

 (A.A. 2017/2018)
Docenti
Anno di corso: 
2
Tipologia di insegnamento: 
A scelta dello studente
Settore disciplinare: 
DIDATTICA DELLE LINGUE MODERNE (L-LIN/02)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
35
Dettaglio ore: 
Lezione (35 ore)

L’obiettivo principale dell’insegnamento è quello di fornire i fondamenti della didattica dell’italiano agli stranieri, introducendo le conoscenze e le competenze, sia teoriche sia pratiche, necessarie ai fini dell’insegnamento della lingua italiana, così come i processi e le variabili che ne regolano l’apprendimento.
La prima parte del corso (35 ore), comune per tutti gli studenti, sarà strutturata come segue. Successivamente a una panoramica sul quadro storico ed epistemologico della disciplina, saranno trattate le nozioni di acquisizione e apprendimento di lingua (dando conto anche dei principali approcci teorici). Verranno inoltre forniti elementi di didattica educativa, toccando le questioni concernenti l’insegnamento dei diversi livelli linguistici (da quello fonetico-fonologico a quello pragmatico, passando per grammatica e lessico). Verranno infine presentati approcci, metodi e tecniche per l’insegnamento, insieme alle risorse didattiche più recenti e alle tecniche di verifica e valutazione delle competenze apprese.
La seconda e ultima parte del corso (15 ore), riservata agli studenti della Laurea magistrale in LINGUE MODERNE PER LA COMUNICAZIONE E LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE, sarà di carattere più seminariale; in particolare, sarà approfondito il tema dell’insegnamento della pragmatica in italiano L2.
I risultati di apprendimento attesi riguarderanno principalmente la conoscenza dei modelli teorici di didattica dell’italiano agli stranieri, nonché la capacità di affrontare, anche a livello pratico, le specificità linguistiche richieste nel gestire apprendenti di madrelingua diversa dall’italiano.

Prerequisiti: 

Non sono previsti requisiti

Prima parte (35 ore):
• Che cos’è la glottodidattica: quadro storico-epistemologico
• Approcci teorici all’acquisizione di L2
• Fasi di sviluppo delle varietà di apprendimento
• Il concetto di interlingua e il trattamento dell’errore
• La didattica del livello fonetico-fonologico
• Insegnare la grammatica, il lessico, la semantica e la pragmatica
• Approcci, metodi e tecniche per l’insegnamento della L2
• Tecniche di verifica delle competenze
Seconda parte (15 ore):
• Approfondimento sull’insegnamento della pragmatica in italiano L2

Il corso si svolge nel secondo semestre e prevede 35 ore di lezioni frontali più altre 15 ore riservate agli studenti della Laurea magistrale in LINGUE MODERNE PER LA COMUNICAZIONE E LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE, di carattere più seminariale.

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

L’esame si svolge in forma scritta. La prova sarà costituita da cinque domande aperte (per un totale di 30 punti) sugli argomenti trattati durante il corso, più una per gli studenti non frequentanti. Per gli studenti della Laurea magistrale in LINGUE MODERNE PER LA COMUNICAZIONE E LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE è previsto, in aggiunta alla prova scritta, un esame orale, durante il quale sarà discussa una breve relazione attinente ai temi approfonditi durante la seconda parte del corso.
I criteri di valutazione delle risposte terranno conto della corretta acquisizione della terminologia tecnica, della capacità di esporre con chiarezza e in modo argomentato le conoscenze acquisite, della precisione e del grado di approfondimento dei contenuti del corso.

Manuali di riferimento:
Chini, Marina / Bosisio, Cristina (a cura di) (2014 ed ediz. successive). Fondamenti di glottodidattica. Apprendere e insegnare le lingue oggi. Roma, Carocci.
Andorno, Cecilia / Bosc, Franca / Ribotta, Pala (2003 ed ediz. successive). Grammatica. Insegnarla e impararla. Perugia, Guerra Edizioni.
Altri testi (seconda parte del corso, laurea magistrale):
Nuzzo, Elena / Gauci, Phyllisienne (2012). Insegnare la pragmatica in italiano L2. Recenti ricerche nella prospettiva della teoria degli atti linguistici. Roma, Carocci.
Altro eventuale materiale verrà indicato dalla docente durante le lezioni.
Sulla piattaforma e-learning saranno messi a disposizione i materiali didattici utilizzati durante le lezioni, nonché tutti gli articoli e i documenti necessari ai fini dell’esame.
La frequenza costante è fortemente consigliata.
Per i non frequentanti:
Oltre ai testi indicati, gli studenti non frequentanti dovranno leggere:
Pugliese, Rosa (2017). “Come si impara una lingua straniera”, in N. Grandi, F. Masini (a cura di), Tutto ciò che hai sempre voluto sapere sul linguaggio e sulle lingue. Cesena, Caissa, pp. 77-80.
Balboni, Paolo E. (2015). Le sfide di Babele: insegnare le lingue nelle società complesse. IV ed., Torino, UTET [Capitolo 7 “L’organizzazione del materiale didattico”; Capitolo 8 “Lo sviluppo delle abilità”].
Andorno, Cecilia (2009). “Grammatica e acquisizione dell’italiano L2”, in Italiano LinguaDue 1/2009, pp. 1-15 [http://riviste.unimi.it/index.php/promoitals/article/view/450]
Gli studenti non frequentanti della Laurea magistrale dovranno inoltre leggere:
Nuzzo, Elena / Rastelli, Stefano (2009). “Didattica acquisizionale e cortesia linguistica in italiano L2”, in Cuadernos de Filología Italiana 16/2009, pp. 13-30 [https://revistas.ucm.es/index.php/CFIT/article/viewFile/CFIT0909220013A/...

La docente riceve su appuntamento da concordare scrivendo all’indirizzo ilaria.fiorentini@uninsubria.it

Mutuato da

clicca sulla scheda dell'attività mutataria per vedere ulteriori informazioni, quali il docente e testi descrittivi.