Università degli studi dell'Insubria

LINGUA CINESE ED ESERCITAZIONE DI LINGUA CINESE (III ANNO)

A.A. di erogazione 2019/2020

 (A.A. 2017/2018)
L'insegnamento è composto da diversi moduli, consultare il dettaglio nella sezione Moduli.
Anno di corso: 
3
Crediti: 
11
Ore di attivita' frontale: 
60

Al termine del corso triennale di Lingua cinese, lo studente che abbia completato tutti e tre gli insegnamenti del triennio, sarà in grado di sostenere con successo l’esame di competenza linguistica cinese internazionalmente riconosciuto (Hanyu Shuiping Kaoshi - HSK) di livello V. Avrà appreso a scrivere correttamente in cinese (sia in caratteri cinesi, sia utilizzando la trascrizione alfabetica pinyin), memorizzando almeno i 3.000 caratteri cinesi più frequenti, sia nelle forme originali (per le quali il riconoscimento per i caratteri appresi durante il corso è obbligatorio) che nelle forme semplificate. Saprà riconoscere, tradurre e utilizzare in composizione scritta un patrimonio base di almeno 4.000 vocaboli. Sarà capace di comprendere un testo d’uso comune scritto in grafia corsiva. Saprà esprimersi correttamente in lingua cinese sia oralmente che per iscritto negli usi comunicativi di base. Sarà in grado di comprendere l’interlocutore cinese in una conversazione di livello intermedio.
Per il terzo anno l’obiettivo è quello di apprendere le principali locuzioni coordinate che consentono di costruire frasi complesse con l’impiego di tutti i complementi appresi nel corso dei primi due anni, di ampliare ulteriormente il lessico e la competenza nell’uso di frasi idiomatiche e proverbi, indispensabili nelle costruzioni del cinese avanzato. Aggiungendo a quanto già appreso ulteriori 1.200 caratteri e almeno altri 2.000 vocaboli, si conseguiranno gli obiettivi prefissati a inizio del triennio. Il completamento ideale del percorso triennale è un nuovo soggiorno-studio in Cina, possibilmente della durata di almeno uno o due semestri, che permetta di irrobustire le competenze acquisite attraverso lo studio a tempo pieno della lingua cinese in ambiente nativo. È possibile fare questo tipo di esperienza grazie agli scambi tra studenti avviati nel corso del terzo anno tra gli studenti dell’Insubria e quelli della Northwest University, oppure al termine del terzo anno ma prima della laurea, ottenendo una borsa Confucio o altre borse di laurea messe a disposizione dei nostri studenti da atenei cinesi con cui intratteniamo rapporti di collaborazione. In questo caso gli studenti potranno tornare in Italia per discutere la propria tesi di laurea entro il marzo dell’anno successivo per laurearsi in corso. Ciò consentirà agli studenti che si saranno applicati con impegno di cimentarsi con i livelli V e VI dell’esame HSK (livelli B2/C1 del Quadro di riferimento europeo per l’apprendimento linguistico), che permettono di iscriversi ai corsi di laurea magistrali offerti dalle università cinesi, oppure di candidarsi a posizioni professionali presso aziende che operano in Cina, Taiwan, Hong Kong o Singapore.

Si presuppone che gli studenti iscritti a Lingua Cinese III anno abbiano già frequentato gli insegnamenti relativi all’anno precedente o un altro corso di pari livello.

Attraverso la lettura e la traduzione di brani sempre più complessi, si forniranno agli studenti blocchi di lessico dedicato e le strutture locutive più utili che permetteranno di costruire discorsi articolati e complessi su una varietà di temi chiave per la comprensione della Cina contemporanea. Parallelamente al manuale di cinese avanzato utilizzato, si avvieranno anche gli studenti allo studio del cinese commerciale e si completeranno le lezioni per il riconoscimento della scrittura corsiva. Nelle lezioni con la docente madrelingua si porrà un accento maggiore sulle capacità di comprensione ed espressione orale nel quadro di conversazioni complesse e sempre più libere, nonché sulla composizione scritta di temi, compresi brevi componimenti e riassunti da realizzare in classe, in un lasso di tempo predefinito. Si propone lo studio dettagliato di ulteriori 1.200 caratteri cinesi base e di circa 2.000 vocaboli nuovi: alla fine del terzo anno, gli studenti dovrebbero aver acquisito 3.000 caratteri cinesi ad alta frequenza e almeno 4.000 vocaboli cinesi ad alta frequenza. Si terminerà l’apprendimento guidato alla comprensione della scrittura corsiva (ultime otto lezioni – dispensa fornita dal docente). Per quanto riguarda la grammatica della lingua, ci si concentrerà sulle strutture tipiche delle frasi complesse e sull’ampliamento del lessico. Rinforzo delle competenze nella traduzione cinese-italiano e italiano-cinese in ambito commerciale.

Prevalentemente lezioni frontali, con occasionale ricorso ad attività laboratoriali.

L’esame per il terzo anno è scritto e orale (in un’unica soluzione) e comprende:
Una parte scritta, valutata in centesimi e propedeutico per l’accesso alla parte orale (chi prende meno di 60/100 nello scritto non accede all’orale e deve ripetere l’esame), che si divide in:
una sezione di dettato (3 frasi complesse, per le quali è necessario fornire la trascrizione in caratteri semplificati, la trascrizione alfabetica in pinyin con indicazione del tono, l’indicazione del radicale di riferimento di ciascun carattere, una traduzione in lingua italiana. Facoltativa e premiata con 5/100 in più è l’indicazione delle forme originali nel caso di caratteri semplificati e di radicali che variano a seconda dell’uso di forme originali o semplificati);
una sezione di esercizi di grammatica (riempire gli spazi, riordina le parole, indica la frase corretta) e di traduzione dall’italiano al cinese (5 frasi);
una sezione di riconoscimento del corsivo, in cui si richiede la versione in stile regolare di un breve passaggio scritto in corsivo.
una sezione di cinese commerciale, in cui va tradotta dal cinese all’italiano una e-mail commerciale, cui bisogna poi rispondere in cinese.
una sezione in cui va letto e riassunto in caratteri semplificati un testo scritto in caratteri originali.
una sezione di traduzione dal cinese all’italiano (un brano di circa 500 caratteri), che è possibile realizzare impiegando un dizionario cartaceo o digitale.
Una parte orale, che si basa sulla lettura e traduzione di testi appresi durante l’anno e sulla conversazione libera. Il voto finale in trentesimi viene ottenuto a partire da un algoritmo di conversione da centesimi a trentesimi per lo scritto. L’orale può aggiungere al massimo 3/30 al voto ottenuto nello scritto. Non si accede alla parte orale senza una sufficienza nella parte scritta. Ma non è possibile passare l’esame, anche in presenza di una prova scritta valida, se non si ottiene la sufficienza nella prova orale.
Il voto finale sarà composto, oltre che dal voto ricevuto nel in sede d’esame, da una valutazione del lavoro facoltativo accessorio svolto durante l’anno (partecipazione ai dettati; traduzioni e composizioni realizzate a casa; brevi presentazioni, dibattiti o performance in lingua cinese preparate e poi realizzate in aula, ecc.). Tale valutazione concorrerà alla formazione del voto finale con un punteggio massimo di 5/30, secondo criteri che saranno esplicitati in classe dal docente.

Testi obbligatori:
Masini F. et al., Il cinese per gli italiani – Yidaliren xue Hanyu. Vol. 3 Corso Avanzato, con CD-ROM, Milano, Hoepli, ultima edizione (ISBN-10: 882033688X; ISBN-13: 978-8820336882).
Leonesi B., Cinese & affari. Manuale pratico di cinese commerciale, con CD-ROM, Milano, ultima edizione (ISBN-10: 8820347989; ISBN-13: 978-8820347987).

Giorno, luogo ed orario di ricevimento saranno concordati con gli studenti.

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2018/2019

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2016/2017

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2015/2016

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2014/2015

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2013/2014

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE