Università degli studi dell'Insubria

STORIA E RISORSE DELLA MONTAGNA

A.A. di erogazione 2019/2020
Insegnamento opzionale

 (A.A. 2017/2018)
L'insegnamento è condiviso, tecnicamente "mutuato" con altri corsi di laurea, consultare il dettaglio nella sezione Mutuazioni
Anno di corso: 
3
Tipologia di insegnamento: 
Affine/Integrativa
Settore disciplinare: 
STORIA DELLA SCIENZA E DELLE TECNICHE (M-STO/05)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Ciclo: 
Primo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
52
Dettaglio ore: 
Lezione (40 ore), Seminario (12 ore)

Il corso intende sviluppare negli studenti la capacità di acquisire una conoscenza interdisciplinare dell’ambiente montano, inteso come un laboratorio naturale per la realizzazione di studi volti all'integrazione delle conoscenze storiche, scientifiche ed antropologiche in un territorio ricco di valori da ricuperare, preservare e valorizzare.

I risultati attesi comprendono:

• conoscenza delle principali dinamiche storiche, antropologiche e scientifiche relative all’ambiente montano, particolarmente alpino, anche in relazione alle risorse naturali e alle attività umane

• conoscenza delle forme di interazione tra storia e scienze naturali in ambiente montano, al fine di comprendere l’evoluzione ambientale, climatica, sociale, economica, nel passato e nell’attuale dinamica dei fenomeni;

• conoscenza dei principali strumenti metodologici necessari per gestire e comunicare con competenza i contenuti della valorizzazione culturale di territori montani, con particolare attenzione al contesto alpino e prealpino;

• capacità di selezionare gli argomenti trattati, confrontando le differenti interpretazioni;

• capacità di esporre e argomentare con autonomia di giudizio e senso critico i collegamenti più significativi tra le tematiche trattate;

• capacità di affrontare lo studio con un approccio autonomo, critico e soprattutto aperto ai collegamenti e alle interazioni interdisciplinari tra scienze naturali e scienze umane;

• capacità di esprimersi con un linguaggio corretto, in grado di evidenziare un'adeguata padronanza dei concetti trattati.

Prerequisiti: 

Non sono necessari particolari prerequisiti.

Il corso intende offrire un’introduzione alle problematiche proprie della storia della montagna e dello sfruttamento delle sue risorse, con particolare riguardo al confronto tra approcci storiografici, antropologici e scientifici. Saranno quindi trattati diversi aspetti relativi alla ricostruzione di una storia in chiave ambientale, a fianco di aspetti etnografici e demografici connessi alla vita dei popoli di montagna.

Nella prima parte del corso (40 ore) saranno quindi trattati i seguenti argomenti:

• Il rapporto uomo – montagna (habitat montani, organizzazione sociale, agricoltura e alpeggio);

• Il concetto di risorsa naturale con particolare attenzione all'area alpina e prealpina: storia, sviluppi, problemi;

• Insediamenti, città di montagna e problematiche storiche relative allo sviluppo dei mezzi e delle vie di comunicazione in montagna;

• Le comunità alpine in una prospettiva di ricerca eco-storica, interculturale e interdisciplinare (geografia, storia, economia, antropologia);

• Storia della ricerca scientifica in aree montane con particolare attenzione allo sviluppo delle scienze della Terra e ad altre discipline naturalistiche nelle Alpi e nelle Prealpi;

• Alpinismo, associazionismo e turismo nei loro rapporti con l'attività scientifica in montagna. Viaggi e scienza sulle Alpi.

• Le ‘immagini’ del montanaro e la comunicazione dell'idea di montagna;

• Demografia, emigrazione e immigrazione nelle Alpi: gruppi etnici, minoranze, cosmopolitismo alpino. Identità e convivenze multiculturali;

• Valorizzazione dei beni naturalistici, storici e tecnici in montagna. Archeologia industriale, musei etnografici e cultura materiale.

• Conoscenze interdisciplinari per la gestione e la valorizzazione del patrimonio ambientale e scientifico montano: la storia delle scienze naturali in rapporto alla moderna conoscenza scientifica della montagna e alla divulgazione / educazione ambientale, nonché alle potenzialità turistiche del geoturismo storico.

Durante il corso è prevista una parte seminariale di 12 ore, a cura della dott.ssa Maria Faccioli, dedicata all’approfondimento di alcune tematiche presentate nel corso delle lezioni, con particolare riguardo a temi di storia delle scienze, delle tecniche e della cultura materiale in montagna.

Il corso si articola in un ciclo di 40 ore di lezioni frontali e 12 ore di didattica integrativa (seminari), con presentazione di materiale didattico complementare ai testi (slides), anche in modalità di videoconferenza. Nel corso delle lezioni frontali sarà costantemente incoraggiata l’interazione con gli studenti, attraverso momenti di discussione e analisi condivisa delle tematiche presentate dal docente, al fine di stimolare curiosità e vivacità intellettuale, oltre a sviluppare la capacità di analisi critica e l’approccio interdisciplinare.

Modalita' di verifica dell'apprendimento: 

L’esame consiste in un colloquio orale teso all'accertamento dell’acquisizione delle conoscenze e della corretta comprensione dei contenuti dei testi, che andranno studiati integralmente. Sui contenuti dei due volumi saranno formulate complessivamente due domande, con particolare attenzione alle capacità di selezione, approfondimento e collegamento degli argomenti, nonché al loro inquadramento cronologico. E’ previsto un accertamento della capacità di analisi critica interdisciplinare e di autonomia di giudizio sugli argomenti principali del corso (una domanda). Inoltre sarà richiesta la conoscenza degli argomenti trattati a lezione e disponibili nel materiale didattico sul sito e-learning (una domanda).

Il voto finale, espresso in trentesimi, terrà conto dell’esattezza e della qualità delle risposte (70%), nonché dell’abilità comunicativa mostrata durante il colloquio (10%) e della capacità di motivare adeguatamente affermazioni, analisi e giudizi (20%).

E’ richiesto lo studio integrale dei seguenti volumi:

- Henrik SVENSEN, “Storia delle Montagne”, Bologna, Odoya, 2013

- Antonio DE ROSSI, "La costruzione delle Alpi: immagini e scenari del pittoresco alpino (1773-1914)", Roma, Donzelli, 2014

Inoltre è richiesta la conoscenza integrale dei materiali (slides delle lezioni e testi) che saranno resi disponibili sulla pagina del corso sul sito e-learning (https://elearning.uninsubria.it/).

Orario di ricevimento:

Il docente riceve gli studenti presso il suo ufficio nella sede del Dipartimento di Scienze Teoriche e Applicate, Campus Bizzozero, Padiglione Rossi, via O. Rossi 9 a Varese (piano terra), i venerdì dalle 18.00 alle 19.00, salvo le sospensioni e le eventuali cancellazioni indicate sul sito https://www.uninsubria.it/hpp/ezio.vaccari (si prega di controllare questa home page docente prima di recarsi al ricevimento).

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2019/2020

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2018/2019

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2016/2017

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2015/2016

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2014/2015

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2013/2014

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE