GESTIONE DEL SOCCORSO SANITARIO D'URGENZA NEI LUOGHI DI LAVORO

A.A. di erogazione 2018/2019
Insegnamento opzionale

 (A.A. 2017/2018)
Anno di corso: 
2
Tipologia di insegnamento: 
Affine/Integrativa
Settore disciplinare: 
ANESTESIOLOGIA (MED/41)
Crediti: 
3
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
26
Dettaglio ore: 
Lezione (22 ore), Esercitazione (4 ore)

MODULO A
Il corso si propone di far acquisire allo studente, mediante lezioni frontali ed esercitazioni su manichini simulatori, le conoscenze riguardanti le più comuni situazioni cliniche con carattere di emergenza ed urgenza che possono presentarsi nei luoghi di lavoro e gli algoritmi diagnostico-terapeutici della loro gestione. I risultati di apprendimento attesi in termini di abilità sono principalmente quelli di acquisire capacità decisionali ed operative per garantire come primi soccorritori il sostegno delle funzioni vitali in caso di trauma maggiore o di arresto cardiaco improvviso, in attesa dell’arrivo dei soccorsi organizzati.

MODULO B
Introduzione ai principi della tossicologia: studio delle interazioni tossicologiche degli agenti chimici, in termini di analisi dei potenziali effetti sull’uomo. Introduzione agli strumenti di base per la valutazione dell’esposizione ad agenti tossici e per la valutazione del rischio tossicologico e dell’impatto sulla salute umana. Presentazione delle metodologie per lo studio degli effetti e dei meccanismi d’azione derivanti dall’esposizione a contaminanti ambientali e a agenti di rischio occupazionali. Al termine del corso ci si attende lo studente abbia acquisito conoscenze adeguate per poter valutare il rischio per la salute derivante dall’esposizione umana a contaminanti ambientali e a agenti di rischio occupazionali, partecipare a valutazioni di impatto, gestire al meglio eventuali criticità e comunicare veicolando informazioni sul rischio tossicologico nel modo più efficace.

Non sono previsti vincoli di propedeuticità.

MODULO A
I contenuti fondamentali delle lezioni (L) e delle esercitazioni su manichini simulatori (E) sono:
1) processo decisionale nelle situazioni di emergenza/urgenza sanitaria (L 2 h.);
2) organizzazione del soccorso sanitario extraospedaliero per l’emergenza/urgenza (L 2 h.);
3) fisiopatologia dell’insufficienza respiratoria e cardiocircolatoria (L 2 h.);
4) strumenti per il sostegno delle funzioni vitali nelle più comuni situazioni cliniche con carattere di emergenza/urgenza (L 2 h.).
5) principi di primo soccorso in caso di trauma maggiore a carico dei principali organi ed apparati (L 8 h.);
6) morte cardiaca improvvisa e Basic Life Support con Defibrillazione precoce (L 8 h. + E 5 h. con accreditamento nel BLSD da parte dell’AREU Regione Lombardia).

MODULO B
I contenuti fondamentali delle lezioni sono:

1. Definizione di pericolo, rischio, infortunio, malattia professionale, malattia lavoro-associata [6 ore]

2. Valutazione del rischio chimico e derivazione dei valori limite sia di tipo occupazionale che di tipo ambientale (health based) [4 ore]

3. Tossicologia di Processi Industriali (Metalli, Gas, Solventi, Fitofarmaci, etc.) [4 ore]

4. Regolamenti REACH, CLP e GHS. Chemical Safety Assessment, Chemical Safety Report, Exposure Scenario, DNEL e DMEL. [4 ore]

5. Impatto ambientale delle emissioni industriali: riferimenti normativi (SIA-VIA, VAS e VIS). Impatto su suolo, acque ed aria di attività antropiche e - conseguente impatto sulla salute attraverso le diverse vie di esposizione [4 ore]

6. Presentazione di casi studio [2 ore]

MODULO A
- M. Chiaranda: Urgenze ed emergenze – Istituzioni. 4a Ed, Piccin, Padova, 2016
- Altro materiale fornito dal docente

MODULO B
- Manuale di Medicina del Lavoro. A cura di F. Tomei et al. Piccin Edizioni, 2018
- Altro materiale fornito dal docente