Università degli studi dell'Insubria

ELETTROTECNICA, IMPIANTI E RISCHIO ELETTRICO

A.A. di erogazione 2017/2018
Insegnamento obbligatorio

 (A.A. 2017/2018)

Docenti

PORRO ANTONIO
Anno di corso: 
1
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Settore disciplinare: 
ELETTROTECNICA (ING-IND/31)
Crediti: 
6
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
48
Dettaglio ore: 
Lezione (48 ore)

Un corso di laurea in Ingegneria per la Sicurezza del Lavoro e dell’Ambiente non può prescindere dall’insegnamento dei principi generali dell’elettrotecnica e dall’analisi dei rischi connessi all’impiego dell’elettricità in tutte le sue declinazioni.
Le conoscenze che l’insegnamento si prefigge di fornire sono quelle relative alle leggi generali dell’elettrotecnica, al principio di funzionamento delle macchine elettriche, alla conformazione degli impianti elettrici e delle relative apparecchiature, alla normativa tecnica.
Le abilità che l’insegnamento si propone (e quindi i risultati di apprendimento attesi) sono quelli relativi alla conoscenza e risoluzione di circuiti elettrici elementari ovvero alla determinazione delle tensioni, correnti e potenze in gioco, nonché al riconoscimento dei rischi correlati alle varie tipologie di macchine e/o impianti elettrici ed alla loro prevenzione grazie al rispetto della legislazione specifica e delle norme tecniche del CEI e del CENELEC. Il tutto con particolare riferimento ai principi di sicurezza, ovvero alla protezione contro i contatti accidentali (diretti e indiretti).

Le conoscenze necessarie per un proficuo apprendimento riguardano la matematica; in particolare: i principi e le leggi della trigonometria, i numeri complessi e l’algebra dei fasori, i fondamenti di analisi con particolare riferimento alle equazioni differenziali lineari del primo ordine.

Parte 1^: Elettrotecnica
• Reti in regime stazionario: definizioni delle grandezze elettriche, loro unità di misura, bipoli elementari e loro caratteristica esterna, collegamenti serie-parallelo, legge di Ohm, principio di Kirchhoff, partitore di tensione e di corrente (5 h).
• Energia e potenza elettrica: trasmissione della potenza nei generatori e negli utilizzatori (2 h).
• Metodi di analisi dei circuiti lineari: principio di sovrapposizione degli effetti, teoremi di Thevenin e Norton, teorema di Millmann (5 h).
• Transitori del primo ordine nelle reti di bipoli normali (3 h).
• Reti in regime periodico sinusoidale: algebra dei fasori e rappresentazione delle grandezze sinusoidali, reattanze induttive e capacitive, impedenza, analisi e risoluzione di circuiti (4 h).
• Potenza attiva, reattiva, apparente, fattore di potenza, rifasamento, teorema di Boucherot (6 h).
• Sistemi trifase; sistema equilibrato e squilibrato, collegamento triangolo stella, misura della potenza, inserzione dei wattmetri (5 h).

Parte 2^: Macchine e impianti elettrici
• Macchine elettriche: materiali conduttori, isolanti e ferromagnetici (1 h).
• Il trasformatore: principio di funzionamento, aspetti costruttivi, criteri di scelta, cabina di trasformazione MT/BT (2 h).
• Motori asincroni: principio di funzionamento, caratteristica meccanica, impieghi del motore asincrono, motori ad alta efficienza (1 h).
• Motori e generatori a corrente continua: cenni (1 h).
• Produzione e trasmissione dell’energia elettrica (2 h).
• Classificazione dei sistemi elettrici a bassa tensione (2 h).
• Fornitura e distribuzione: correnti d’impiego, carichi e portate, le sovracorrenti (2 h).
• I componenti dell’impianto: le condutture, le apparecchiature di manovra e protezione, i quadri elettrici, l’impianto di terra (2 h).

Parte 3^: Rischio elettrico e principi di sicurezza
• Effetti fisiopatologici della corrente elettrica sul corpo umano, prevenzione degli infortuni, soccorsi d’urgenza (1 h).
• Protezione contro i contatti accidentali: contatti diretti e indiretti, gradi di protezione IP, resistenza di terra e relazioni da soddisfare nei sistemi TT, TN, IT, principio di funzionamento dell’interruttore differenziale e selettività tra differenziali (2 h).
• Leggi e norme: D. Lgs. 81/2008, norme CEI, situazione normativa internazionale (1 h).
• Lavori elettrici: norma CEI EN50110-1, soggetti abilitati all’esecuzione dei lavori elettrici, tipologia dei lavori, dispositivi di protezione e metodologia corretta per l’esecuzione dei lavori elettrici (1 h).

Lezioni frontali in aula, con il parziale ausilio di slide in power point proiettate.
Esercitazioni con metodo tradizionale ed ausilio della lavagna.

Le modalità di verifica per accertare che lo studente abbia acquisito le conoscenze e le abilità costituenti l’obiettivo formativo, consistono nel superamento di una prova scritta e di una prova orale.
La prova scritta, della durata di 1,5 ore, propone la risoluzione di n°3 esercizi di elettrotecnica relativi alla parte 1^ della sezione “Contenuti del corso”.
La prova orale verte sugli argomenti delle parti 2^ e 3^ della sezione “Contenuti del corso”.
Durante la prova orale vengono riprese anche le slide proiettate durante il corso per verificare l’effettiva acquisizione delle conoscenze e delle abilità attese.

A. Porro: Esercizi e temi d’esame di elettrotecnica, edito da Città Studi
L. Olivieri e E. Ravelli: Fondamenti di elettrotecnica ed elettronica, edito da CEDAM
A. Porro e L. Muzzini: Progettazione degli impianti elettrici a bassa tensione, edito da CEI

.

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2019/2020

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2018/2019

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2016/2017

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2015/2016

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2014/2015

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2013/2014

Anno di corso: 1
Curriculum: PERCORSO COMUNE