Università degli studi dell'Insubria

SCIENZE DELLE FINANZE

A.A. di erogazione 2018/2019
Insegnamento obbligatorio

 (A.A. 2016/2017)

Docenti

Anno di corso: 
3
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Settore disciplinare: 
SCIENZA DELLE FINANZE (SECS-P/03)
Lingua: 
Italiano
Crediti: 
6
Ciclo: 
Primo Trimestre
Ore di attivita' frontale: 
52
Dettaglio ore: 
Lezione (40 ore), Esercitazione (12 ore)

Il corso ha la finalità di analizzare le modalità di intervento pubblico nel sistema economico, attraverso lo studio e l’esame comparato dei principali strumenti tributari e di spesa pubblica esistenti sia nell’ordinamento italiano che in quello europeo. Con l’obiettivo finale di fornire agli studenti gli elementi conoscitivi, le prassi procedurali generali e le intuizioni economiche alla base delle scelte di finanza pubblica operate nei diversi contesti, il corso mira all’efficace comprensione del ruolo dell’operatore pubblico sia nel disegno di politiche redistributive e di welfare nell’economia italiana attraverso l’imposizione fiscale che nell’allocazione efficiente della spesa pubblica relativa.

Dal punto di vista delle competenze pregresse, un proficuo apprendimento delle tematiche di natura fiscale ed economica legate al corso necessita di buone conoscenze matematiche (algebra, calcolo delle derivate) e di una robusta conoscenza dei fallimenti del mercato (in particolare, beni pubblici e asimmetrie informative) appresi nei corsi base di microeconomia.

Il corso si configura come la combinazione delle componenti legate alle entrate pubbliche (imposte sul reddito, imposte societarie, imposte indirette) e di quelle legate alle uscite pubbliche (assistenza sociale, spesa sanitaria, istruzione, spesa pensionistica) con l’estensione degli effetti delle scelte di finanza pubblica sull’equilibrio macroeconomico italiano (deficit/PIL, debito). Il corso prevede due parti. Nella prima parte del corso, dopo un modulo introduttivo sull’intervento pubblico nell’economia (6 ore), vengono trattati l’imposta sul reddito delle persone fisiche, IRPEF (6 ore) e sulle società, IRES, con un focus sulla tassazione delle attività finanziarie nei contesti internazionali (4 ore), nonché le imposte generali sulle vendite, con particolare enfasi sull’IVA e sui risvolti intracomunitari ed extracomunitari degli scambi commerciali (4 ore).
Nella seconda parte del corso, dopo una presentazione del welfare state italiano attraverso gli strumenti dei programmi redistributivi e assistenziali in vigore (6 ore), le componenti di spesa pubblica principali, come sanità, istruzione e pensioni (8 ore) sono esaminate nel dettaglio per una corretta valutazione della sostenibilità finanziaria e degli effetti di uguaglianza sociale (equità orizzontale e verticale) implicati dall’intervento pubblico. Nella parte finale del corso i concetti principali della finanza pubblica e locale vengono analizzati mediante gli indicatori di performance dell’intervento pubblico complessivo, es., il rapporto deficit-PIL e il livello di debito pubblico nell’economia italiana (6 ore).

Gli argomenti trattati nel corso vengono affrontati sia mediante lezioni frontali (circa 20 ore) che attraverso la somministrazione di testi e materiali specifici sulla piattaforma e-learning (fabbisogno stimato di circa 20 ore). Il corso prevede 12 ore di esercitazioni pratiche (frontali, con coinvolgimento attivo degli studenti) a cura del Docente e mirate al consolidamento delle conoscenze teoriche mediante esercizi di calcolo e simulazioni numeriche.

La verifica finale dell’apprendimento è ottenuta in sessioni d’esame scritte da 60 minuti ciascuna, divise in due parti. La prima parte consta di 15 domande a scelta multipla (risposta esatta: 1 punto; risposta errata: -0.25 punti; mancata risposta: 0 punti) e ha l’obiettivo di verificare le conoscenze acquisite sui diversi argomenti. Nella seconda parte, strutturata su 3 domande a risposta aperta (massimo 5 punti per domanda), lo studente è chiamato sia a risolvere esercizi numerici che ad elaborare un breve testo relativo a un quesito di natura teorica legato alla comprensione delle ragioni dell’intervento pubblico nell’economia. Non sono previste prove intermedie né presentazioni da parte degli studenti.

Il principale testo di riferimento del corso è Scienza delle Finanze (Jonathan Gruber), edizione italiana a cura di Simona Scabrosetti (EGEA, 2018). Nel corso delle lezioni vengono indicate letture obbligatorie/facoltative e altro materiale integrativo utile per completare la trattazione degli argomenti in programma (in particolare, è consigliata la lettura di Elementi di Scienza delle Finanze (Roberto Artoni), edizioni Il Mulino (VII edizione, 2015). Tutto il contenuto delle lezioni in aula (esercitazioni e materiale integrativo compresi) viene messo a disposizione degli studenti sulla piattaforma e-learning nella forma di slide/presentazioni.

Il ricevimento studenti prevede appuntamenti da concordare con il Docente.

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2019/2020

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO GENERALE

A.A. 2018/2019

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO GENERALE

A.A. 2017/2018

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO GENERALE

A.A. 2015/2016

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO GENERALE

A.A. 2014/2015

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO GENERALE

A.A. 2013/2014

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO GENERALE