Università degli studi dell'Insubria

TEORIA, TECNICA E DIDATTICA DEGLI SPORT INDIVIDUALI E DI SQUADRA 2

A.A. di erogazione 2018/2019
Insegnamento obbligatorio

Laurea triennale in Scienze Motorie
 (A.A. 2016/2017)
L'insegnamento è composto da diversi moduli, consultare il dettaglio nella sezione Moduli.
Anno di corso: 
3
Crediti: 
8
Ore di attivita' frontale: 
360

OBIETTIVI FORMATIVI

PALLAVOLO
CONOSCENZE
• acquisizione di un vocabolario tecnico specifico
• conoscenza del regolamento tecnico della disciplina
• conoscenza teorica tecnico/tattica dei fondamentali individuali e della graduale composizione del movimento in campo anche attraverso giustificazioni scientifiche
• riconoscimento del percorso tecnico storico evolutivo del volley

ABILITA’
• sarà in grado di analizzare e controllare i fondamentali individuali della disciplina
• sarà in grado di sviluppare una didattica per l’insegnamento dei fondamentali e per la costruzione del gioco
• sarà in grado di capire, giustificare ed eseguire gli spostamenti in campo
• saprà gestire le proprie conoscenze adattandole alla età e alla capacità del proprio gruppo di lavoro
• saprà riconoscere gli errori tecnici e ricercare le opportune soluzioni al problema

CALCIO
CONOSCENZE
• acquisizione di un vocabolario tecnico specifico
• conoscenza del regolamento tecnico della disciplina
• conoscenza teorica dei fondamentali gesti tecnico-coordinativi
• conoscenza degli aspetti tattico-cognitivi
• conoscenza delle modalità di gestione a livello federale

ABILITA’
• sarà in grado di analizzare e controllare i gesti tecnico-coordinativi della disciplina
• sarà in grado di sviluppare una didattica per l’insegnamento degli aspetti tecnico-coordinativi e tattico-cognitivi
• saprà gestire le proprie conoscenze adattandole alla età e alla capacità del proprio gruppo di lavoro
• saprà osservare le condotte motorie, riconoscendo gli eventuali errori e ricercando le opportune soluzioni al problema

NUOTO
CONOSCENZE
• acquisizione di un vocabolario tecnico specifico
• conoscenza del regolamento tecnico della disciplina
• conoscenza teorica dei fondamentali gesti tecnico-coordinativi
• conoscenza degli aspetti cognitivi
• conoscenza delle modalità di gestione a livello federale

ABILITA’
• sarà in grado di analizzare e controllare i movimenti tecnico-coordinativi della disciplina
• sarà in grado di sviluppare una didattica per l’insegnamento degli aspetti tecnico-coordinativi e tattico-cognitivi
• saprà gestire le proprie conoscenze adattandole alla età e alla capacità del proprio gruppo di lavoro
• saprà osservare le condotte motorie, riconoscendo gli eventuali errori e ricercando le opportune soluzioni al problema

PREREQUISITI

PALLAVOLO
• Non sono richieste conoscenze e capacità specifiche

CALCIO
• Non sono richieste conoscenze e capacità specifiche

b>NUOTO
• Non sono richieste conoscenze e capacità specifiche

PROGRAMMA

PALLAVOLO
Teoria,tecnica e didattica
- Palleggio
- Bagher
- Battuta
- Schiacciata
- muro
Costruzione del gioco
• ricezione, costruzione, attacco, difesa.
• Tattiche elementari nella scuola
• Cenni sulle tattiche più complesse
• La valutazione del gioco nella scuola e nella società sportiva

Cenni sulla teoria e metodologia dell’allenamento nei vari ambiti, scolastico e di società, fino ai 18 anni
La programmazione annuale
Tecniche di gestione del gruppo in allenamento e in panchina
Regole del gioco

CALCIO
Teoria,tecnica e didattica dei gesti tecnico-coordinativi
- Conduzione/guida palla
- Calcio per passare-tirare
- Ricezione
- Rimessa laterale
- Colpo di testa

Aspetti tattici :
• Gli aspetti tecnico-coordinativo nelle situazioni di gioco
• La tattica individuale e di reparto in fase di possesso e non possesso palla
• Cenni sui sistemi di gioco

Cenni sulla teoria e metodologia dell’allenamento fino ai 18 anni
La programmazione annuale, mensile, settimanale e la seduta d’allenamento
La valutazione del gioco nella società sportiva
Tecniche di gestione del gruppo in allenamento e in panchina
Regole del gioco

NUOTO
Teoria,tecnica e didattica dell’ambientamento e delle tecniche natatorie
- L’ambientamento
- La percezione del corpo attraverso l’acquisizione empirica delle leggi meccaniche e fisiche che regolano la vita acquatica
- Le tecniche natatorie in forma grezza
- Le tecniche natatorie in forma fine
- Le partenze e le virate
- Il fitness acquatico

La programmazione annuale, mensile, giornaliera della singola lezione settimanale
La valutazione degli apprendimenti
Tecniche di gestione del gruppo
Cenni sulla teoria e metodologia dell’allenamento

METODI DIDATTICI

PALLAVOLO
• Gli obiettivi del corso saranno raggiunti attraverso lezioni teoriche, pratiche e laboratoriali.
• Si privilegerà il lavoro pratico individuale e di gruppo attraverso la metodologia del problem solving e interattiva sfruttando le conoscenze tecnico scientifiche acquisite durante il percorso universitario. Sarà utilizzata anche la metodologia della lezione frontale soprattutto nella parte iniziale del corso.
• Sarà valorizzata la presenza di studenti esperti che attraverso la guida del docente potranno ricoprire il ruolo di tutor (peer education) in supporto degli studenti meno abili
• Sarà possibile per gli studenti più esperti l’assunzione di ruoli anche a livello organizzativo privilegiando la metodologia del team-working

CALCIO
• Gli obiettivi del corso saranno raggiunti attraverso lezioni teoriche, pratiche e laboratoriali.
• Si privilegerà il lavoro pratico individuale e di gruppo attraverso la metodologia del problem solving e interattiva sfruttando le conoscenze tecnico scientifiche acquisite durante il percorso universitario. Sarà utilizzata anche la metodologia della lezione frontale soprattutto nella parte iniziale del corso.
• Sarà valorizzata la presenza di studenti esperti che attraverso la guida del docente potranno ricoprire il ruolo di tutor (peer education) in supporto degli studenti meno abili
• Sarà possibile per gli studenti più esperti l’assunzione di ruoli anche a livello organizzativo privilegiando la metodologia del team-working

NUOTO
• Gli obiettivi del corso saranno raggiunti attraverso lezioni teoriche, pratiche e laboratoriali.
• Sarà privilegiato il lavoro pratico individuale e interattivo sfruttando le conoscenze tecnico scientifiche acquisite durante il percorso universitario. Sarà utilizzata anche la metodologia della lezione frontale soprattutto nella parte iniziale del corso e nelle lezioni teoriche.
• Sarà valorizzata la presenza di studenti esperti che attraverso la guida del docente potranno ricoprire il ruolo di tutor (peer education) in supporto degli studenti meno abili.
• Sarà possibile per gli studenti più esperti l’assunzione di ruoli di tutoraggio.

VERIFICA DELL’APPRENDIMENTO

PALLAVOLO
Il raggiungimento degli obiettivi e delle competenze saranno verificati attraverso una prova scritta e una prova pratica
Prova scritta : attraverso 22 domande di tipologia mista
Prova pratica è basata su due elementi
• esecuzione di esercizi di controllo della palla 50%
• valutazione della tecnica adottata 50%, quest’ultimo test è disponibile agli studenti sin dall’inizio dell’anno accademico

CALCIO
Il raggiungimento degli obiettivi e delle competenze saranno verificati attraverso una prova scritta e una prova pratica
Prova scritta : attraverso 13 domande di tipologia mista
Prova pratica è basata sull’esecuzione dei seguenti gesti tecnico-coordinativi:
• Conduzione/guida : valutazione su modalità d’esecuzione (2/3 del punteggio) e velocità (1/3 del punteggio)
• Passaggio : valutazione su efficacia (2/3 del punteggio) e modalità d’esecuzione (1/3 del punteggio)
• Ricezione : valutazione su efficacia (2/3 del punteggio) e modalità d’esecuzione (1/3 del punteggio)
I test saranno disponibili agli studenti appena verranno affrontati durante l’anno accademico

NUOTO
Il raggiungimento degli obiettivi e delle competenze sarà verificato attraverso una prova pratica e una prova scritta.
La prova pratica è basata sull’esecuzione di:
• 50mt per almeno 3 stili su 4 (delfino, dorso, rana, stile) a discrezione dello studente, con valutazione dell’aspetto tecnico e prestativo dello stile, della partenza e della virata.
• Eventuale progressione didattica presentata in forma cartacea sullo stile non valutato in forma pratica con esercizi e descrizione dettagliata delle attività proposte.
Prova scritta: 15 domande di tipologia mista

TESTI DI RIFERIMENTO

PALLAVOLO

Paolini M. - Il nuovo sistema pallavolo - Calzetti Mariucci, 2001

Slide verranno fornite agli studenti da parte del professore

CALCIO

La Guida tecnica (www.settoregiovanile.figc.it)

Slide verranno fornite agli studenti da parte del professore

NUOTO
Bibliografia indicata agli studenti, in aggiunta alle slide presentate a lezione (che verranno eventualmente fornite dal docente).
• Invernizzi PL, Eid L, Rigamonti M, 
Nuotare giocando - La scoperta dell’ambiente acquatico e il superamento della paura, 
Carabà Universitaria, Milano, 1997
• Invernizzi PL, Romagialli B, 
Nuotare giocando 3 - La didattica nell’apprendimento della tecnica natatoria, 
Carabà Universitaria, Milano, 2005
• Invernizzi PL, Romagialli B, 
Nuotare giocando 5 - La didattica nell’insegnamento delle partenze e virate di base, 
Carabà Universitaria, Milano, 2009

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2019/2020

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2018/2019

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2017/2018

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2015/2016

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2014/2015

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2013/2014

Anno di corso: 3
Curriculum: PERCORSO COMUNE