Università degli studi dell'Insubria

EPISTEMOLOGIA E FILOSOFIA DELLA COMUNICAZIONE

A.A. di erogazione 2017/2018

 (A.A. 2016/2017)

Docenti

Anno di corso: 
2
Tipologia di insegnamento: 
Caratterizzante
Settore disciplinare: 
FILOSOFIA TEORETICA (M-FIL/01)
Crediti: 
8
Ciclo: 
Secondo Semestre
Ore di attivita' frontale: 
64
Dettaglio ore: 
Lezione (64 ore)

L’insegnamento si pone l’obiettivo di definire ed analizzare l’epistemologia quale ermeneutica della conoscenza, onde comprendere il ruolo e la funzione della comunicazione all’interno della dinamica di crescita della conoscenza. Per sviluppare questo approccio si considererà la storia del razionalismo critico occidentale, con particolare riferimento alla discussione del problema del significato, della filosofia del linguaggio, della filosofia della logica e della filosofia della matematica. Attenzione particolare verrà dedicata all’analisi di alcuni testi epistemologici, con l’obiettivo di coglierne le linee essenziali, lo sviluppo delle diverse forme concettuali, l’esplicitazione delle varie categorie, l’analisi del linguaggio scientifico e la sua organizzazione, sulla base di un percorso di approfondimento analitico e critico.
Tra i risultati di apprendimento attesi si segnalano pertanto i seguenti:
- acquisizione della nozione concettuale di epistemologia;
- capacità di saper leggere criticamente un testo, inserendolo all’interno del suo preciso contesto epistemologico;
- capacità di saper esplicitare le differenti tradizioni di pensiero presenti entro la presentazione di una determinata proposta teorica;
- capacità di comprensione della prospettiva del trascendentalismo storico-critico;
- capacità di saper sviluppare l’epistemologia quale meta-riflessione critica;
- capacità di cogliere i problemi aperti presenti entro i testi studiati;
- capacità di saper applicare autonomamente tali conoscenze, onde avviare una propria ed autonoma meta-riflessione critica, da applicarsi a problemi aperti della contemporaneità

Gli insegnamenti del curriculum triennale, in particolare delle aree linguistiche, storiche, scientifiche e di comunicazione, costituiscono il patrimonio concettuale essenziale, onde affrontare i temi proposti nel corso.

- analisi del rapporto tra linguaggio comune e linguaggio filosofico;
- il lessico epistemologico di Gaston Bachelard;
- il razionalismo di Bachelard nel contesto europeo;
- il valore culturale della scienza;
- l’epistemologia di Bachelard: valori e limiti;

Gli obiettivi formativi del corso verranno raggiunti attraverso la modalità delle lezioni frontali (per un totale complessivo di 64 ore) che prevedono la discussione analitica e collettiva del testo classico preso in diretto riferimento.

È previsto il solo esame orale finale nel corso del quale si valuterà:
- la capacità di saper comprendere adeguatamente la lettura di un testo;
- la conoscenza adeguata dei testi d’esame;
- la capacità di saper sviluppare una propria autonoma riflessione critica.
L’esame consiste in un colloquio orale teso all'accertamento dell’acquisizione e della corretta comprensione dei contenuti dei testi che andranno studiati integralmente: sui contenuti di ogni volume saranno formulate due domande. È previsto un accertamento della capacità di analisi critica interdisciplinare e di autonomia di giudizio sugli argomenti principali del corso (due domande). Inoltre sarà richiesta la conoscenza degli argomenti trattati a lezione (almeno 1 domanda). Il voto finale terrà conto dell’esattezza e della qualità delle risposte (70%), nonché dell’abilità comunicativa mostrata durante il colloquio (10%) e della capacità di motivare adeguatamente affermazioni, analisi e giudizi (20%).

Testi fondamentali di riferimento:
- Gaston Bachlard, Saggio sulla conoscenza approssimata, traduzione e cura di Enrico Castelli Gattinara, Mimesis, Milano-Udine 2016
- Gaston Bachelard, La fiamma di una candela, trad. it. di Marina Beer, Editori Riuniti, Roma 1981; oppure trad. it. di Guido Alberti SE, Milano 1996

Un testo, a scelta, tra i seguenti:
- Gaston Bachelard. L’impegno razionalista, ed. it. a cura di Francesca Bonicalzi, Jaca Book, Milano 2003
- Gaston Bachelard, Il nuovo spirito scientifico, Prefazione di Ludovico Geymoant e Pietro Redondi, Laterza, Bari 1978
- Francesca Bonicalzi, Leggere Bachelard: le ragioni del sapere, JacaBook, Milano 2007
- Gaspare Polizzi, La filosofia di Gaston Bachelard. Tempi, spazi, elementi, Edizioni ETS, Pisa 2015

Si effettua il mercoledì, dalle 16 alle 18, presso la sede del Centro Internazionale Insubrico, sita al secondo piano del Collegio Cattaneo, nel campus di Bizzozero. Si consiglia di prendere contatto direttamente con il docente via e-mail per concordare l’orario preciso, onde abbreviare i tempi d’attesa.

Cerchi il programma? Potrebbe non essere ancora stato caricato o riferirsi ad insegnamenti che verranno erogati in futuro.
Seleziona l‘anno in cui ti sei immatricolato e troverai le informazioni relative all'insegnamento del tuo piano di studio.

A.A. 2017/2018

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2015/2016

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2014/2015

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE

A.A. 2013/2014

Anno di corso: 2
Curriculum: PERCORSO COMUNE