Università degli studi dell'Insubria

Odontoiatria e protesi dentaria

Coordinatore - Presidente
Crediti: 360
Durata: 6 Anni

schede informative

Fonte : testo redazionale
Fonte : Sua-CdS - quadro A3.b

Il possesso delle adeguate conoscenze e competenze viene verificato attraverso una prova di ammissione obbligatoria, di contenuto identico su territorio nazionale, utilizzata ai fini della predisposizione della graduatoria di merito.
Il Ministero stabilisce annualmente le modalità e i contenuti della prova di ammissione e i criteri per la formulazione della graduatoria di merito che sono resi noti attraverso l'Avviso di ammissione. Per l’anno accademico 2019/2020 la prova di ammissione si svolgerà il 3 settembre 2019 secondo le modalità che verranno indicate nel bando di concorso pubblicato sul sito di Ateneo. Sono ammessi al Corso di laurea coloro che si collocano utilmente in graduatoria, entro il numero di studenti programmato.
Il test di ammissione oltre che avere funzione selettiva, ha anche valore di prova di valutazione per l’accertamento delle conoscenze iniziali, richieste per l’accesso, negli stessi ambiti del test definiti da Decreto MIUR.
Indipendentemente dal tipo di diploma superiore posseduto, nel caso la prova di ammissione venga superata con un punteggio inferiore a 6.6 nei quesiti di Chimica e inferiore a 9.9 nei quesiti di Biologia Generale, verranno individuati specifici obblighi formativi aggiuntivi (OFA), da soddisfare nell'ambito del primo anno di corso. Gli studenti con OFA dovranno effettuare un percorso di recupero in modalità e-learning, sulle aree del sapere di Chimica e Biologia Generale, in modo da completare la loro preparazione iniziale. I docenti delle discipline oggetto di OFA saranno a disposizione degli studenti per approfondimenti e chiarimenti. Gli OFA si intendono soddisfatti una volta superati, con esito favorevole, le prove in itinere e l'esame finale degli insegnamenti nei quali risultano comprese le materie oggetto di OFA (C.I di Chimica e C.I. di Biologia Generale).

Fonte : SuA-Cds – quadro A2.a

PROFILO PROFESSIONALE
Funzione in un contesto di lavoro:Il titolo di Dottore Magistrale in Odontoiatria e Protesi Dentaria è necessario per svolgere tutte le funzioni inerenti a prevenzione, diagnosi, prognosi e terapia delle malattie odontostomatologiche dell’uomo. Il titolo inoltre dà accesso alle Scuole di Specializzazione della Classe delle Scuole di Specializzazione in Odontoiatria.
Competenze associate alla funzione:Le competenze associate alla funzione del Dottore Magistrale in Odontoiatria e Protesi Dentaria sono quelle acquisite nel rispetto delle condizioni riportate dal Decreto Ministeriale sulla determinazione delle Classi di laurea Magistrale che definisce il Corso di laurea magistrale nell’osservanza delle direttive dell’Unione Europea, nel rispetto delle condizioni riportate nell'allegato al Decreto, che stabilisce attività formativa di ambiti disciplinari includenti tutte le attività formative “indispensabili” alla formazione dell’odontoiatra.
Le conoscenze fisiopatologiche e cliniche di medicina generale ed odontostomatologiche acquisite con le attività formative comprese nel piano didattico e le attività pratiche di tipo clinico, determinano e definiscono il profilo professionale dell’odontoiatra che opera nei Paesi dell’Unione Europea.
Il laureato in odontoiatria e protesi dentaria acquisisce le conoscenze e le abilità tecniche per inserirsi professionalmente nell’ambito odontoiatrico sia privato che pubblico. Il laureato ha inoltre sviluppato le capacità di apprendimento necessarie per intraprendere studi specialistici. Svolge attività inerenti la prevenzione, la diagnosi e la terapia delle malattie ed anomalie congenite ed acquisite dei denti, della bocca, delle ossa mascellari, delle articolazioni temporo-mandibolari e dei relativi tessuti, nonché la riabilitazione odontoiatrica, prescrivendo tutti i medicamenti ed i presìdi necessari all'esercizio della professione. Possiede un livello di autonomia professionale, culturale, decisionale e operativa tale da consentirgli un costante aggiornamento, avendo seguito un percorso formativo caratterizzato da un approccio olistico ai problemi di salute orale della persona sana o malata, anche in relazione all'ambiente fisico e sociale che lo circonda.
Il laureato magistrale in Odontoiatria e Protesi Dentaria è preparato a effettuare il suo intervento professionale al più alto livello compatibile con le strutture e l'organizzazione del luogo in cui egli si trova ad operare.

Sbocchi professionali:
I Laureati Magistrali in Odontoiatria e Protesi Dentaria, previo superamento dell’esame di abilitazione all’esercizio della professione di odontoiatra, hanno sbocchi occupazionali nell'ambito della libera professione di Odontoiatria in studi professionali ed in ambulatori privati e pubblici,. Possono altresì svolgere attività dirigenziale di I e II livello presso le strutture del Servizio Sanitario Nazionale, come previsto dalla vigente legislazione, nonché prestare la loro attività presso strutture universitarie e centri di ricerca.

Fonte : SuA-Cds – quadro A2.b
Il corso prepara alla professione di (codifiche ISTAT): 
  • Dentisti e odontostomatologi - 2.4.1.5.0
Insegnamenti proposti per gli anni successivi
Insegnamenti degli anni precedenti (al max conclusi negli anni precedenti)
Insegnamenti attivi nell'anno in corso
Anno di corso: 1 (A.A. 2018/2019)
In tutte le sedi

Insegnamento obbligatorio

Anno di corso: 2 (A.A. 2019/2020)
Anno di corso: 3 (A.A. 2020/2021)
In tutte le sedi

Insegnamento obbligatorio

Anno di corso: 4 (A.A. 2021/2022)
Anno di corso: 5 (A.A. 2022/2023)
Anno di corso: 6 (A.A. 2023/2024)
In tutte le sedi

Insegnamento obbligatorio

Insegnamenti proposti per gli anni successivi
Insegnamenti degli anni precedenti (al max conclusi negli anni precedenti)
Insegnamenti attivi nell'anno in corso
Insegnamenti proposti per gli anni successivi
Insegnamenti degli anni precedenti (al max conclusi negli anni precedenti)
Insegnamenti attivi nell'anno in corso
Insegnamenti proposti per gli anni successivi
Insegnamenti degli anni precedenti (al max conclusi negli anni precedenti)
Insegnamenti attivi nell'anno in corso
Fonte : Sua-CdS - quadro A5.b

Per essere ammesso a sostenere l'Esame di Laurea, lo Studente deve aver seguito tutti i Corsi ed avere superato i relativi esami.
La prova finale (10 CFU) consiste nella redazione, esposizione e discussione, in seduta pubblica, di un elaborato originale finalizzato a dimostrare l'acquisizione di specifiche competenze scientifiche in ambito odontoiatrico e la capacità di elaborazione critica.
La tesi compilativa o sperimentale dovrà essere redatta in modo originale sotto la supervisione di un docente del corso di laurea in qualità di relatore.
La commissione in sede di discussione effettuerà la valutazione in base alla media dei voti riportata, al numero di lodi conseguite, alla chiarezza dell'esposizione, all'interesse e alla difficoltà dell'argomento trattato attribuendo all'elaborato un punteggio da 1 a 8.
Eccezionalmente, su richiesta del docente relatore, sentita la commissione che valuterà ulteriori elementi positivi nell'ambito della discussione, potranno essere attribuiti fino a un massimo di 10 punti.