Università degli studi dell'Insubria

Promotori del dono - II edizione

Anno Accademico 2017/2018
Promotori del dono - II edizione

In collaborazione con:
Direttore
PORRO GIUSEPPE
Durata: 1 anno

Il Master vuole rispondere alle esigenze degli enti non profit del territorio formando una nuova figura professionale che faccia della promozione del dono la propria vocazione nella consapevolezza di come il dono possa offrire una prospettiva originale e feconda con la quale superare la crisi presente.

Il dono è presente in ogni azione umana degna di questo nome, ma può trovare nel privato sociale un luogo privilegiato per manifestarsi e svilupparsi. Aiutare gli enti non profit a prendere consapevolezza di questa loro potenzialità è quindi fondamentale per la crescita del settore e più in generale dell’intera nostra comunità civile.

Attraverso la mobilitazione del dono, la valorizzazione del loro patrimonio relazionale e il fundraising, le organizzazioni del privato sociale possono conseguire la loro sostenibilità e contribuire al bene comune attraverso i servizi erogati, l’occupazione generata e i rapporti fiduciari che sapranno innescare.

Il Master prevede la partecipazione ad un tirocinio curriculare obbligatorio presso un ente non profit.

Obiettivi formativi

  1. Acquisire i fondamenti teoretici del dono da un punto di vista antropologico, sociologico, economico e psicologico;
  1. Conoscere gli aspetti costituzionali-amministrativi ed economici-sociologici collegati alla raccolta fondi;
  1. Acquisire le tecniche relative alla raccolta fondi conseguendo i seguenti obiettivi operativi:
    1. Implementare nell’ente presso il quale lo studente opera un sistema informativo in grado di gestire e valorizzare i rapporti con tutti i potenziali donatori (CRM);
    2. Gestire concretamente una campagna di raccolta fondi;
    3. Predisporre un piano annuale di raccolta fondi da presentare agli organi dell’ente presso il quale viene fatto il tirocinio.
  2. Sviluppare competenze tecniche soprattutto per quel che riguarda l’utilizzo degli strumenti tecnologici (sito internet, social, video) attraverso i quali relazionarsi coi potenziali donatori;
  3. Sviluppare capacità relazionali (gestione delle riunioni, del lavoro di gruppo e delle capacità di comunicazione verbale e gestuale) senza le quali diventa difficile vivere i rapporti con gli altri.

Sbocchi professionali

Il Master è rivolto:

  • A responsabili (o aspiranti tali) di organizzazioni che perseguono finalità d’utilità sociale, interessati a fare della promozione del dono parte integrante della loro identità, per catalizzare le energie positive presenti in ogni comunità, conseguendo così una sostenibilità altrimenti molto problematica.
  • A specialisti della raccolta fondi che vogliono lavorare con enti del Terzo Settore o pubblici
  • A professionisti che vogliono valorizzare il patrimonio relazionale degli enti non profit presso i quali operano, così da garantire una maggiore coerenza con la propria missione e uno sviluppo sostenibile.

Requisiti di accesso

Potranno essere ammessi coloro che sono in possesso di una Laurea o titolo equipollente straniero.

Il Comitato Scientifico didattico valuterà l’idoneità dei titoli conseguiti all’estero.

Se il numero dei richiedenti sarà superiore al numero dei posti disponibili si procederà ad una selezione per titoli ed esami, con un colloquio motivazionale.

Potranno iscriversi “sotto condizione” i laureandi che prevedono di conseguire il titolo entro l’effettivo inizio delle lezioni (pena decadenza dall’iscrizione al corso di studio). 

Per informazioni

Per informazioni di carattere amministrativo è possibile scrivere all’indirizzo di posta elettronica: master.ateneo@uninsubria.it

Per informazioni sui contenuti del corso è possibile scrivere all’indirizzo di posta elettronica: dipartimento.dec@uninsubria.it

 

Iscriviti

Le iscrizioni al master sono aperte fino al 31 marzo 2018.

Per la procedura di ISCRIZIONE AL CONCORSO è necessario: 

  1. effettuare il login
  2. successivamente cliccare su TEST DI AMMISSIONE e seguire le indicazioni della procedura