Giorgio Lotti all’Insubria fino al sette marzo

Venerdì, 10 Gennaio 2020
Giorgio Lotti in compagnia di uno dei suoi più celebri ritratti fotografici: quello dedicato a Zhou Enlai (1898-1976), a capo della Repubblica Popolare Cinese dal 1949 al 1976

È prorogata fino al 7 marzo all’Università dell’Insubria la mostra «Colore, colore, colore. 50 scatti di Giorgio Lotti tra natura, luce e astrazione cromatica», inaugurata a ottobre negli spazi del Padiglione Morselli a Varese e visitabile dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 19. Le immagini esposte fanno parte di due cicli tematici di Giorgio Lotti, stimato giornalista e fotoreporter che ha tenuto a dicembre una partecipata lectio magistralis, raccontando agli studenti la sua lunga e interessante carriera.

La mostra è stata organizzata dal Centro di ricerca sulla Storia dell'arte contemporanea (Crisac), diretto da Andrea Spiriti, che ha in programma per il 2020 un’importante serie di eventi espositivi sia di fotografia che di pittura e scultura. Intanto in rettorato, in via Ravasi 2, fino al 14 febbraio dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 19 si visita la mostra «Ambrogio Pozzi. Opere dalla collezione di famiglia», monografica dedicata all’artista e designer scomparso nel 2012: curata da Laura Facchin e Massimiliano Ferrario, comprende oltre cinquanta opere tra ceramiche, oggetti di design, batik, vetri, pitture e sculture.

Ultima modifica: Venerdì, 10 Gennaio, 2020 - 07:50