Contamination Lab Insubria presenta Discovery: la nuova ed innovativa start up accreditata dall'Ateneo

6 Ottobre 2022
Discovery star up

Il C-Lab Insubria, avviato nel maggio 2021 in collaborazione con ComoNExT Innovation Hub, è un laboratorio interdisciplinare finalizzato all’acquisizione di nuove competenze per l'avvio di attività imprenditoriali innovative, di studenti e giovani ricercatori, e anche luogo di contaminazione e di impulso della cultura dell'imprenditorialità, dell'innovazione e del fare.

Il C.LAB è uno spazio fisico e virtuale, per stimolare, proporre, selezionare e far crescere idee innovative attraverso un percorso di tutoraggio. L’obiettivo del progetto è di aiutare studenti e ricercatori dell’ateneo a “mettere a terra” progettualità e idee imprenditoriali maturate nel corso del perfezionamento dei singoli percorsi di studio.

Attraverso i «Proposal» gli studenti, anche in team, potranno esporre la propria idea d’impresa ad esperti orientatori. Durante le sessioni, dedicate alla valutazione della proposta, riceveranno il supporto necessario per trasformare l’idea in un progetto imprenditoriale solido.

Nel corso del 2022 si sono svolti sette Proposal e sono stati 8 i team che hanno chiesto supporto. Entro la fine dell’anno sono in programma altri due incontri:

  • il 25 ottobre a Varese  
  • il 15 novembre a Como.

Iscrizioni aperte: www.uninsubria.it/c-lab

Tra i team che si sono presentati nel 2021 si è distinto il gruppo Discovery, costituito da 8 ragazzi dei quali 5 studenti ed ex studenti dell’ateneo. L’obbiettivo della nuova start-up è portare la digitalizzazione nel settore della vita notturna: innovare il modo di comunicare e di interagire di discoteche e i propri clienti, offrire un’esperienza completa attraverso una interazione continua tanto fisica quanto digitale, non cercano la semplice serata.

Il gruppo, con il supporto del C-lab, ha partecipato e vinto il bando «Incubatore di impresa», promosso dalla Camera di Commercio di Como-Lecco, accedendo ad un percorso di incubazione presso ComoNExT della durata di 12 mesi. L’idea imprenditoriale del team Discovery è diventata start up innovativa accreditata dal nostro Ateneo.

 

 

Brian Atzori, CEO & Co-Founder di Discovery risponde alle nostre domande.

Com’è nata l’idea?

Discovery è un’idea nata quasi per scherzo all’ombra della pandemia del 2020. In un mondo che stava cambiando ci siamo chiesti cosa significava tornare alla vita sociale dopo mesi di lockdown. La nostra domanda principale è stata: “Se in un mondo normale trovare qualcosa da fare con gli amici non era semplice, in un mondo devastato dalla pandemia, come sarà?”

Dopo ricerche e analisi sulla situazione presente in Italia nel settore dell’intrattenimento notturno, ci siamo resi conto che era un grande settore che non è mai stato toccato dalla digitalizzazione se non parzialmente, dove i processi e le modalità erano le medesime da decenni e dove gli utenti spesso faticavano ad arrivare a soddisfare il bisogno di divertirsi.

Ci siamo inoltre resi conto che anche le realtà imprenditoriali che operano in questo settore non avevano uno strumento di riferimento che permettesse loro di gestire la serata, l’organizzazione e la pubblicizzazione in modo intelligente, rapido e automatico. Siamo quindi giunti alla conclusione che c’era spazio per portare innovazione ed era necessario assemblare un team multipotenziale per confezionare un prodotto ad-hoc per il settore.

 

Qual è stato il ruolo del C-Lab nello sviluppo della vostra idea?

Prima di arrivare alla fondazione ufficiale della nostra società abbiamo eseguito analisi e test, soprattutto di sviluppo del prodotto che ad oggi è vicino al lancio nel mercato. In questa prima fase ci siamo concentrati sia sull’aspetto manageriale (di sviluppo) che sulla nostra formazione, identificando quali skills ci mancavano per arrivare al nostro obiettivo. Durante i mesi abbiamo incrementato i membri del team coinvolgendo coetanei che avevano il desiderio di partecipare a questa iniziativa imprenditoriale.

Il nostro percorso societario è iniziato con la partecipazione a bandi e concorsi per startup, trovati online o promossi dalla nostra università di riferimento: l’Università degli Studi dell’Insubria.

Dopo un iter di selezione abbiamo vinto il bando d’incubazione d’impresa, promosso dall’Università dell’Insubria, attraverso il C-LAB, presso la società Como NExt SPA, incubatore del Nord Italia con cui collaboriamo tutt’oggi. Grazie al C-Lab oggi abbiamo una sede operativa e un insieme di figurare di consulenza a nostra disposizione che ci affiancano nel nostro percorso imprenditoriale.

Abbiamo fondato la nostra società, Discovery, nel 2022, investendo personalmente nella nostra idea, oggi siamo aperti a collaborazioni ed investimenti oltre che a partnership con discoteche e manager di eventi. Il prossimo step è ottenere nuovi investimenti per finanziare la società.

 

Perché scaricare Discovery sul proprio cellulare?

La nostra mission è quella di riportare i ragazzi a divertirsi in compagnia dopo un periodo di isolamento sociale. Convinti che i locali abbiano ancora molto da offrire, ci rivolgiamo al panorama delle discoteche, che hanno vissuto una grossa crescita negli anni 80/90 e un lento ma continuo declino nel corso degli anni 2000.

L'ambito delle discoteche negli anni si è evoluto poco a differenza di altri settori in cui il modo di comunicare e di interagire con i propri clienti è cambiato: i clienti si aspettano di avere una interazione continua tanto fisica quanto digitale e non cercano la semplice serata ma l'esperienza completa. Discovery fa di questa occasione la propria missione, con l’obbiettivo di digitalizzare il settore per renderlo ancora più attraente ai giovani.

In questo modo Discovery è diventato molto di più di un prodotto trasformandosi in una community di persone appassionate a questa tipologia di intrattenimento che contribuisce a fornire un senso di appartenenza al brand.

Discovery si occupa di portare la digitalizzazione nel settore della vita notturna.

Il nostro è uno strumento ad-hoc per le necessità delle discoteche come ad esempio promozioni selettive in base all'orario di ingresso che si differenzia dai competitors fornendo anche degli strumenti di marketing: i locali potranno lavorare sulla presenza online all'interno di una piattaforma settoriale con la possibilità di rivolgersi a un pubblico mirato di frequentatori di discoteche.

Per il cliente abbiamo creato un'esperienza di ricerca e acquisto completamente digitale.

L'obiettivo è la ricerca della migliore associazione utente-evento con una soluzione di machine learning.

 

Ultima modifica: Venerdì, 7 Ottobre, 2022 - 16:55