Università degli studi dell'Insubria

Conseguimento del master per promotori del dono della classe 2017-2018

Giovedì 22 marzo saranno proclamati i 20 nuovi promotori del dono
Giovedì, 22 Marzo 2018

Giunge a conclusione la prima avventura di 15 Enti del Terzo Settore e 5  Istituti Comprensivi della provincia di Como (ma a breve partirà la seconda) che per circa un anno hanno avuto la possibilità di sperimentare cosa significa avere al proprio interno un promotore del dono.

Giovedì 22 marzo, infatti, si conclude la prima edizione del Master per Promotori del Dono proposto da Università dell’Insubria, realizzato in collaborazione con Fondazione di Comunità della Provincia Comasca e Consorzio Contigua, e vedrà l’assegnazione del titolo di Master ai 20 promotori del dono che lo hanno frequentato nell’anno accademico 2017/2018 e che hanno superato tutti i relativi esami e prove accademiche.

 

La prima edizione del Master giunge a compimento dopo una sperimentazione di 3 anni durante i quali oltre 60 studenti, di diverse età e formazione, hanno potuto studiare e sperimentare quanto le comunità possano essere ricche di risorse e desiderose di metterle a servizio del bene comune, se qualcuno crea le condizioni adatte perché questo avvenga.

A conclusione del Master tutti gli studenti hanno presentato i piani di sviluppo annuali dell’attività di sollecitazione di donazioni per l’ente in cui sono inseriti; i piani complessivamente hanno un obiettivo di raccolta per oltre 800.000 €, dopo che nella campagna di raccolta fondi del Natale 2017 ne hanno già raccolti oltre 135.000 €, ma queste cifre non danno ancora l’esatta dimensione di quanto sta avvenendo nella nostra provincia. Attraverso la mappatura delle relazioni dei singoli Enti, i piani infatti hanno evidenziato quale sia il reticolo di relazioni di cui la comunità è capace e di come queste siano ancora  valorizzate in modo insufficiente. C’è ancora molto lavoro da fare per attivare tutto questo grande potenziale.

 

“Siamo molto soddisfatti di questa prima edizione, - afferma il professor Giuseppe Colangelo, ProRettore Vicario dell’Università dell’Insubria -, perché è la dimostrazione che quando più soggetti, privati e pubblici, uniscono gli sforzi, i risultati per la società ci sono e sono evidenti”.

Bernardino Casadei, ideatore di questo percorso formativo e coordinatore anche della prossima edizione del Master ai nastri di partenza il prossimo 12 aprile, dichiara “C’è ancora molto da fare per portare il dono ad essere considerato un vero protagonista della vita di tutti i giorni, ma sicuramente vi è la certezza che questo possa accadere e per questo continueremo a lavorare”.

“Questo primo traguardo del Master, unito agli altri progetti della Fondazione di Comunità della Provincia Comasca, cito solo ad esempio Non uno di meno, la Youth Bank, tutte le iniziative culturali e il ciclo di conferenze che ruotano intorno al Master e che sono indirizzate agli enti del Terzo Settore ed ai cittadini, e le altre attività che la Fondazione mette in atto, fanno sicuramente della Provincia Comasca uno dei più interessanti centri italiani in cui si discute, si esercita il dono e si sperimenta il dono, e ne siamo orgogliosi” questo il pensiero di Giacomo Castiglioni presidente della Fondazione di Comunità della Provincia Comasca, che accenna al progetto di fare di Como il primo “distretto del dono” italiano.

 

Ultima modifica: Venerdì, 20 Aprile, 2018 - 10:19