Università degli studi dell'Insubria

Anatomopatologi e neoplasie endocrine: evento internazionale organizzato dall’Insubria

Giovedì, 3 Ottobre 2019
Anatomopatologi

Anatomopatologi italiani e stranieri si ritrovano per due giorni, il 4 e 5 ottobre, a Villa Cagnola a Gazzada Schianno, per un «Corso di Patologia endocrina» organizzato dalla Scuola di specializzazione in Anatomia patologica dell’Università dell’Insubria in collaborazione con la Scuola nazionale di Surgical pathology e con il Gruppo italiano di Patologia endocrina. 

Tra i relatori nomi eminenti, normalmente coinvolti nella stesura delle linee guida e degli schemi classificativi nazionali e internazionali, come: Ricardo V. Lloyd dell’Università americana del Wisconsin, e Günter Klöppel da München, Germania, ma anche Guido Rindi e Guido Fadda della Cattolica di Roma, Giuseppe Pelosi dell’Università degli Studi di Milano, Sofia Asioli e Alberto Righi dell’Università di Bologna, Stefano La Rosa dell’Università di Losanna, Alessandro Vanoli dell’Università di Pavia e Federica Grillo dell’Università di Genova.

Soddisfatti i responsabili scientifici, Fausto Sessa e Silvia Uccella, docenti di Anatomia patologica: «Abbiamo registrato un numero di adesioni oltre ogni aspettativa, al punto da dover ampliare la ricettività prevista. Gli iscritti provengono da molte regioni d’Italia e sono sia specializzandi sia anatomopatologi specialisti. Questo è il risultato dell’ottimo lavoro che il team anatomopatologico insubrico porta avanti da ormai 40 anni».

Scopo dell’evento è fornire le nozioni più aggiornate nell’ambito delle neoplasie neuroendocrine e tiroidee, e con particolare attenzione agli aspetti classificativi e alle novità in campo genetico e molecolare che influiscono sull’inquadramento diagnostico, sulla valutazione prognostica e sull’identificazione di target terapeutici.

Ultima modifica: Giovedì, 3 Ottobre, 2019 - 09:15