Università degli studi dell'Insubria

Informazioni per gli iscritti ai corsi di dottorato di ricerca

Borsa di dottorato

Ciascun corso di Dottorato è dotato di borse di studio per la frequenza ai corsi, assegnate secondo le modalità indicate nel bando di concorso
L’importo annuale della borsa di studio è di € 15.343,28, erogato in rate mensili posticipate
La borsa di studio non può essere cumulata con altre borse di studio, tranne che con quelle concesse da istituzioni nazionali o straniere utili a integrare con soggiorni all'estero l'attività di ricerca del borsista.
E’ soggetta al versamento dei contributi previdenziali INPS a gestione separata, secondo la normativa di riferimento in vigore, mentre non è soggetta a dichiarazione dei redditi, né a imposizione IRPEF (L. 476/84 art 4; L.398/89 art 6, comma 6).
 

Come consultare il cedolino

Per consultare il cedolino on line accedere al sito https://www.uninsubria.u-gov.it
Effettuare l’autenticazione indicando le credenziali utilizzate per accedere ai Servizi Web Segreterie Studenti
Scegliere l’Ambito Risorse Umane
Scegliere la voce di menu Consultazione  documenti – Documenti personali

Nella stessa sezione è disponibile, dall’anno successivo al primo, il modello C.U., contenente l’importo erogato della borsa di studio e dei versamenti INPS effettuati nel corso dell’anno dall’Università.

Richiesta di frequenza all'estero

Tutti i dottorandi che intendano effettuare un periodo di soggiorno all’estero sono tenuti ad inviare a scuola.dottorato@uninsubria.it la seguente documentazione:

- il modulo di “richiesta di frequenza all’estero”, controfirmato dal coordinatore del corso,

- solo per i titolari di borsa di studio, compilare anche la seconda parte del modulo di richiesta, indicando le spese che si prevede di sostentere

- Attestazione di avvenuta frequenza

Maggiorazione della borsa per il periodo all'estero

L’importo della borsa di studio è incrementato nella misura massima del 50 per cento per un periodo complessivamente non superiore a 18 mesi, se il dottorando è autorizzato dal collegio dei docenti a svolgere attività di ricerca all’estero, di durata pari o superiore a trenta giorni, così come previsto dall’art. 6 del Regolamento per i corsi di dottorato di ricerca

Per richiedere l’aumento è necessario inviare la “richiesta frequenza all’estero” e l’ “autocertificazione spese frequenza all’estero” con una dettagliata previsione delle spese da sostenere al Coordinatore del Dottorato che, in base all’autocertificazione,  autorizzerà la richiesta, indicando la percentuale per l’elevazione della borsa concessa

 

Attestazione

L’attestazione dell’avvenuta frequenza all’estero deve essere rilasciata dall'ente presso cui si è svolto il soggiorno e dovrà riportare le date di inizio e fine del periodo di formazione
Non é richiesto l'invio di alcun giustificativo delle spese sostenute

Rinnovo iscrizione

Tutti i dottorandi ammessi all’anno successivo, dovranno rinnovare la propria iscrizione entro il 30 novembre di ogni anno
Il rinnovo dell’iscrizione si effettua online, collegandosi alla pagina “Servizi web - Segreterie Studenti” e mediante l'utilizzo dell'avviso elettronico di pagamento della tassa di iscrizione scaricabile direttamente dalla procedura online
Il procedimento non sarà concluso se lo studente non sarà in regola con il pagamento delle tasse relative agli anni accademici precedenti
In tal caso, nella sezione Pagamenti, sarà possibile per lo studente verificare lo stato dei pagamenti e provvedere a quelli in sospeso
Per l’a.a. 2018/2019,  la tassa di iscrizione sarà dell’importo di 156,00 € per i tutti i dottorandi (titolari e non di borsa di studio), come previsto dal Regolamento in materia di contribuzione studentesca
La scadenza per il pagamento dell’unica rata è fissata al 30 novembre e il versamento effettuato dopo tale data comporterà un onere di mora di 50,00€

Chi non è tenuto a rinnovare l'iscrizione

I dottorandi che prevedono di conseguire il diploma entro la sessione ordinaria e straordinaria dell’anno accademico (novembre – aprile).

 

 

Richiesta certificati

In ottemperanza all’art. 15 della L.183/2011, l’Ateneo rilascia esclusivamente certificati in bollo validi ed utilizzabili solo nei rapporti tra privati, sui quali è riportata la dicitura prevista dalla legge: "Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi"
 

Come richiedere i certificati

I certificati possono essere ritirati, previa appuntamento, presso il Servizio Ricerca e Internazionalizzazione, sede di Varese, Padiglione Antonini, Via Rossi 9 oppure sede di Como, Via Valleggio 11

Per fissare l’appuntamento scrivere a scuola.dottorato@uninsubria.it,  specificando sede, giorno e ora in cui si desidera essere ricevuti, motivo della richiesta, corso di afferenza e un recapito telefonico

Per ritirare il certificato è necessario presentare apposito modulo di richiesta e allegare due marche da bollo da € 16,00 di cui una da apporre sul certificato e una da apporre sul modulo di richiesta.
Per ogni ulteriore certificato richiesto occorre allegare la relativa marca da bollo da € 16,00.

Il certificato può essere ritirato anche da terza persona munita di documento di identità, delega scritta in carta libera e di copia fronte/retro del documento di identità del richiedente
 

Spedizione dei certificati

Per ottenere la spedizione del certificato a domicilio è necessario inviare al Servizio Ricerca e Internazionalizzazione la seguente documentazione:

  • apposito modulo di richiesta in bollo da € 16,00
  • marche da bollo da € 16,00 in numero corrispondente ai certificati richiesti
  • ricevuta del versamento dell’importo di € 5,00 se la spedizione è per l’Italia o di € 8,00 se la spedizione è per l’estero. Il versamento deve essere effettuato tramite bonifico bancario: 
    IT29 D 05696 10801 000085001X87
    Banca Popolare di Sondrio - Filiale 158
    Viale Belforte, 151 21100 Varese
    Per gli studenti che vogliano pagare con bonifico internazionale:
    BIC/SWIFT: POSOIT22

Il certificato sarà inviato tramite raccomandata A/R
L’Università degli Studi dell’Insubria declina ogni responsabilità per il mancato recapito dei documenti
 

Autocertificazioni

Si fa presente che in base all’articolo 15 della legge 183/2011, in vigore dal 1 gennaio 2012, le Pubbliche Amministrazioni e i Gestori di pubblici servizi non possono più richiedere né accettare dai privati certificati prodotti da altri uffici pubblici.
In questi casi il cittadino deve autocertificare il possesso dei requisiti richiesti.
Le Pubbliche Amministrazioni e i Gestori di pubblici servizi sono obbligati ad accettare le autocertificazioni, pena la violazione dei doveri d’ufficio.
I certificati, come precisato nella pagina dedicata, sono validi e utilizzabili solo nei rapporti tra i privati.

È possibile, pertanto, per gli studenti scaricare e stampare le seguenti tipologie di autocertificazioni precompilate dal sistema informativo delle Segreterie Studenti con i dati dello studente: 
autocertificazioni anni iscrizione 
autocertificazioni iscrizione con esami sostenuti 
autocertificazioni conseguimento titolo con esami sostenuti 
autocertificazioni tasse per anno solare

Si ricorda che l’account personale dello studente sarà disattivato un anno dopo il conseguimento del titolo

 

 

Esame finale

Per accedere all’esame finale, gli iscritti al terzo anno di corso che hanno ottenuto l’autorizzazione dal proprio Collegio Docenti devono assolvere i seguenti adempimenti:

Compilazione del questionario AlmaLaurea - entro il 30 novembre

Effettuare la registrazione sul sito www.almalaurea.it
Procedere con la compilazione del questionario

 

Presentazione on line della domanda conseguimento titolo entro il 30 novembre

Collegarsi ai “Servizi Web – Segreterie Studenti”
Effettuare il login con le proprie credenziali
Cliccare la voce “conseguimento titolo”
Inserire i dati relativi alla domanda di ammissione all’esame finale:attenzione verrà richiesta la registrazione ad una seduta di diploma: è stata indicata per tutti la data del 31/12/2018. Si prega di iscriversi a questo appello, sarà pubblicato successivamente un calendario con tutte le effettive sedute di diploma.
Provvedere al pagamento online dell’importo di € 32,00 (imposta di bollo) che, una volta pagato, consentirà all'Ufficio  di rendere attiva la domanda di ammissione presentata. 

Per problemi con la presentazione online inviare un'e-mail a scuola.dottorato@uninsubria.it

 

Deposito elettronico della tesi di dottorato - almeno 7 giorni prima dell'esame

Inviare via e-mail al Sistema Bibliotecario di Ateneo SIBA insubria.space@uninsubria.it  i seguenti documenti:

Dichiarazione per il deposito elettronico della tesi di dottorato 
Tesi di dottorato in formato Pdf/A e breve sommario dei contenuti della tesi (max 1500 caratteri) redatto in lingua inglese

Per informazioni sulla compilazione della dichiarazione e modalità di deposito della tesi di dottorato si prega di contattare il Sistema Bibliotecario di Ateneo SIBA - tel 0332/219504 e-mail insubria.space@uninsubria.it

Si informa infine per l’impaginazione della tesi non sono previsti parametri vincolati. Per informazioni indicative si consiglia di contattare il proprio tutor.

Comunicazione di cessazione attività - entro la data dell'esame finale

Presentare all'Ufficio Prevenzione e Protezione la comunicazione di fine delle attività,secondo le modalità indicate alla pagina Tutela della Salute e Sicurezza 

Consegnare il tesserino universitario - entro la data dell'esame finale

Consegnare il tesserino universitario/Carta Ateneo Più al Servizio Ricerca e Internazionalizzazione – Padiglione Antonini, Via Rossi, 9 Varese attraverso una delle seguenti modalità:
- direttamente presso il Servizio, previo appuntamento
- tramite posta interna da una delle altre sedi universitarie
- spedito tramite posta, possibilmente a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno

Ritiro del diploma del dottorato

Il diploma di dottorato può essere ritirato alla Cerimonia di Consegna dei Diplomi, che si svolge ogni anno, di norma nel mese di maggio.

Chiunque volesse provvedere al ritiro in un altro momento può seguire le informazioni sotto riportate

Cotutela di tesi

La cotutela di tesi permette di conseguire un doppio titolo di Dottore di ricerca, riconosciuto nei due Paesi fra i quali è stato stipulato l'accordo
L'attivazione di una convenzione di cotutela parte da un'iniziativa individuale del dottorando
La procedura di attivazione della cotutela deve avere inizio entro tre mesi dall’immatricolazione  al dottorato di ricerca, al fine di permettere ai dottorandi di svolgere le proprie attività in periodi approssimativamente equivalenti presso ciascuna sede
 

Elementi essenziali della cotutela

Gli aspetti fondamentali comuni a tutti gli accordi di cotutela sono i seguenti:

  • Iscrizione ad un corso di Dottorato, secondo le normative vigenti in uno dei due paesi
  • Parere favorevole del Collegio Docenti
  • Stipula di una convenzione nominativa per ciascun dottorando, firmata dai due Rettori e dai Coordinatori dei corsi
  • Svolgimento della ricerca in periodi alterni nelle istituzioni dei due paesi sotto la supervisione di due Direttori di tesi
  • Esame finale in presenza di una commissione composta di membri di entrambi i paesi
  • Esenzione del pagamento delle tasse nella sede partner
     

Convenzione

Le convenzioni di cotutela di tesi di norma si inseriscono nell'ambito di accordi quadro fra Stati
Attualmente la Conferenza dei Rettori delle Università italiane ha firmato accordi per la realizzazione di cotutele di tesi con
Francia
Germania
Spagna
Svizzera

E' possibile attivare una cotutela di tesi con altri Paesi a patto di istituire preventivamente un accordo quadro fra l'Università degli Studi dell’Insubria e l'Ateneo straniero interessato
Lo schema della convenzione nominativa di cotutela può essere richiesto a scuola.dottorato@uninsubria.it 
E' comunque possibile utilizzare schemi di convenzione proposti da altre Università, purché conformi ad esso

Sospensione e interruzione degli studi

La sospensione degli obblighi di frequenza del dottorato, fino ad un massimo di un anno, è consentita in caso di grave e documentata malattia, in caso di maternità o per particolari situazioni familiari.
La richiesta di sospensione, controfirmata dal coordinatore del dottorato,  deve essere inviata all’indirizzo scuola.dottorato@uninsubria.it 

In caso di maternità

Si ricorda che le dottorande in stato di gravidanza sono tenute a darne tempestiva comunicazione all’Ufficio Prevenzione e Protezione e di seguire gli adempimenti indicati nell’apposita sezione Tutela della Maternità

Doctor Europaeus

Dal 1992 la Confederazione delle Conferenze dei Rettori dell'Unione Europea (oggi EUA - European University Association), a sostegno di una spendibilità in ambito europeo dei diversi titoli nazionali, ha elaborato un marchio di garanzia definito Doctor Europæus, acquisibile in tutti i Paesi europei, congiuntamente al titolo nazionale.
La certificazione Doctor Europaeus è un label aggiuntivo al titolo di Dottore di ricerca che viene rilasciato a livello nazionale.
Non è un titolo accademico con valore sovranazionale né un titolo rilasciato da istituzioni internazionali. Tale certificazione deve rispettare le condizioni della Confederazione delle Conferenze dei Rettori dei paesi dell'Unione Europea, recepite dalla European University Association (EUA).

Come ottenere la menzione "Doctor Europaeus"

La menzione di Doctor Europaeus è rilasciata dall'Ateneo, su richiesta del Dottorando e dietro parere favorevole del Collegio dei Docenti, se sono soddisfatte le seguenti condizioni:

  • il Dottorando ha svolto un periodo di ricerca di almeno tre mesi in uno o più Stati che aderiscono al Processo di Bologna 
  • il Dottorando presenta due relazioni positive sulla tesi redatte da due docenti appartenenti a Università aventi sede in Stati che aderiscono al Processo di Bologna diversi dall'Italia. Il Dottorando dovrà consegnare la tesi e le suddette relazioni all'Ufficio competente entro la scadenza prefissata
  • la Commissione per l'esame finale comprende almeno un docente afferente a un'Università di uno Stato aderente al Processo di Bologna, diverso da quello di discussione della tesi
  • la discussione della tesi è sostenuta parte in italiano e parte in una seconda lingua europea.

La richiesta di menzione di "Doctor Europaeus" deve essere inviata a scuola.dottorato@uninsubria.it 

Il Collegio dei Docenti deve deliberare:

  • il superamento dell’ultimo anno di corso e l'ammissione all’esame finale;
  • la designazione della Commissione per l'esame finale, che comprenda almeno un docente afferente a un'Università di uno Stato aderente al Processo di Bologna, diverso da quello di discussione della tesi.

 

Normativa del dottorato

Documenti

Ciascun corso di Dottorato è dotato di borse di studio per la frequenza ai corsi che sono conferite ai candidati rispettando l’ordine della graduatoria e fino a concorrenza del numero di borse disponibili.
Le borse di studio hanno durata annuale e sono rinnovate a condizione che il dottorando abbia completato il programma delle attività previste per l’anno precedente.
​L’importo annuale della borsa di studio è di € 15.343,28.
La borsa di studio del Dottorato di Ricerca è soggetta al versamento dei contributi previdenziali INPS a gestione separata, secondo la normativa di riferimento in vigore.
L’importo della borsa di studio è incrementato nella misura del 50 per cento per un periodo complessivamente non superiore a 18 mesi, se il dottorando è autorizzato dal collegio dei docenti a svolgere attività di ricerca all’estero, di durata pari o superiore a trenta giorni.
La borsa di studio erogata non può essere cumulata con altre borse di studio a qualsiasi titolo conferite, tranne che con quelle concesse da istituzioni nazionali o straniere utili a integrare con soggiorni all'estero l'attività di ricerca del borsista.

Date e sedi esami finali