Incontro di studi “Storie di migranti italiani”

Villa Toeplitz - foto di Enrico Bernasconi

Il Centro Internazionale di Ricerca per le Storie Locali e le Diversità Culturali festeggia i vent’anni e prosegue con la serie di iniziative organizzate per l’occasione.

Dopo la presentazione, in ottobre, degli “Statuti di Castelletto”, mercoledì 27 novembre 2019, sempre alle ore 16.30 e a villa Toeplitz (viale G.B. Vico, 46) un incontro di studi verrà dedicato al tema delle migrazioni nella storia, tra Ottocento e Novecento in particolare. Protagonisti, gli Italiani, che hanno avuto le lontane Americhe o la vicina Svizzera come mete del proprio allontanamento dalla patria.

Di nuovo la storia, dunque, come spunto di riflessione su un tema di stringente ed estrema attualità. I problemi, straordinariamente grandi, degli Italiani migranti all’estero nei secoli passati sono in qualche modo correlabili a quelli dei migranti che giungono in Italia oggi? E, ancora, i tanti nostri concittadini, spesso giovani e di buona cultura, che scelgono di lavorare e studiare in altri Paesi, europei e non, mossi non tanto dalla necessità imprescindibile di sfuggire alla povertà, né, fortunatamente, dalla ricerca di una libertà negata in patria da forme autoritarie di governo, ma dalla ugualmente sacrosanta aspirazione a trovare opportunità e potenzialità di autoaffermazione, sono tanto diversi da chi, nei secoli passati, ha cercato, e non raramente trovato, fama e fortuna all’estero? Un excursus fra conflitto, denigrazione e accoglienza; scambi, aspirazioni, e nostalgia.

In particolare, il programma prevede, alle 16.30, dopo i saluti del direttore del Centro Storie Locali, prof. Gianmarco GASPARI, alcune considerazioni, fra storia e storiografia, sull’emigrare in età moderna (Marina CAVALLERA - Università degli Studi di Milano), riflessioni sugli esuli italiani nella “Boston dei Bramini” (Renzo DIONIGI - Università degli Studi dell’Insubria), un’analisi sulla condizione giuridica degli immigrati italiani in Brasile, passati da cittadini d’onore a nemici dello Estado Novo (1875-1945) (Arno DAL RÌ - Universidade Federal de Santa Catarina, Florianópolis, Brasil) e, in conclusione, un focus sul territorio con alcuni appunti per una storia dell’emigrazione varesina (Enzo LAFORGIA - International Research Center for Local Histories and Cultural Diversities). Modererà la prof. Claudia STORTI (Università degli Studi di Milano).

A seguire, un rinfresco aperto a tutti i partecipanti.

Agli studenti dei corsi di laurea in Scienze della Comunicazione dell’Università degli Studi dell’Insubria verrà riconosciuto ¼ di punti-seminario

Quando

Mercoledì 27 Novembre 2019 -
Dal 16.30 al 18.30

Dove

Via Vico 46, Varese
Argomento: 
Didattica e formazione
Territorio Insubria
Ricerca e Innovazione