Università degli studi dell'Insubria

Ciclo di seminari “Cavalli-Sforza Lectures” - quarta conferenza

Giovedì 14 Febbraio 2019

Carlo Alberto REDI & Manuela MONTI – Università di Pavia, IRCCS Policlinico San Matteo: “Genomica sociale”.

La “transizione socio – biologica” è stata preconizzata da Rudolf Virchow (1821 - 1902) nel corso di una epidemia di tifo nel 1848 con la sua visione della patologia quale strumento per capire il legame tra condizioni sociali e malattie: la vera terapia per le malattie consiste nell’assicurare educazione, istruzione, prosperità economica e libertà. Per queste affermazioni il governo prussiano lo isolò e non ricevette il premio Nobel nel 1902.

Il contesto sociale nel quale si sviluppa la storia del ciclo vitale degli individui è capace di influenzare molti processi biologici e così il sociale si “incarna” nel biologico e si trasmette da una generazione all’altra.

Il genoma (DNA) nelle diverse fasi dello sviluppo è esposto ad una varietà di agenti chimici e fisici; l’ambiente sociale ne influenza in modo determinante il grado di esposizione e la struttura sociale tende a veicolare continuità di vantaggi o svantaggi: sono ben noti sia l’arresto della crescita in altezza dovuto a deprivazioni emotive o nutrizionali degli infanti sia le marcate differenze in longevità, aspettativa di vita in buona salute e forma fisica in età avanzata in relazione alla classe sociale.

Le ricerche sono rivolte a chiarire i meccanismi attraverso i quali “il sociale entra nella pelle e si fa biologia”; del come la classe sociale entra nelle molecole, nelle cellule.

lo svantaggio sociale diviene una ineguaglianza trasmessa alla generazione successiva (A. Aizer e J. Currie J. “The intergenerational transmission of inequality: Maternal disadvantage and health at birth” Science 344:856-861, 2014).

La salute del nascituro e del neonato è un importante predittore di salute sul lungo termine della storia del ciclo vitale di un individuo, non solo per aspetti attesi (disabilità) ma anche per aspetti meno ovvi quali la sua futura educazione/istruzione e la sua capacità di guadagno.

Ne parliamo in occasione dell’ultima conferenza del ciclo “Cavalli-Sforza Lectures”
 

I seminari sono aperti a tutti.

Quando

Giovedì, 14 Febbraio, 2019 -  
14:00 / 16:00

Dove

Via Jean Henry Dunant, 3, 21100 Varese VA, Italia
Argomento: 
Didattica e formazione