Università degli studi dell'Insubria

Il sistema di Assicurazione della Qualità di Ateneo e i suoi attori

Il nostro sistema di AQ

Il sistema AVA (Autovalutazione – Valutazione – Accreditamento), normato dal MIUR e sviluppato operativamente dall’Agenzia Nazionale per la Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR), si basa su:

  • un modello di assicurazione della qualità (AQ), fondato su procedure interne di progettazione, gestione, monitoraggio e autovalutazione dell’offerta formativa e delle attività di ricerca, atte a garantire il rispetto di standard di qualità di risultato e di processo, al fine di favorire il miglioramento continuo;
  • un’attività di Valutazione esterna, svolta da Commissioni di Esperti della Valutazione (CEV) chiamati ad effettuare un esame approfondito (nel caso di Accreditamento iniziale) o dell’andamento complessivo, attraverso anche una visita in loco (nel caso di Accreditamento periodico) relativamente al soddisfacimento di requisiti di qualità definiti da ANVUR;
  • un giudizio di Accreditamento della sede e dei corsi di studio (iniziale o periodico), proposto da ANVUR in base all’esito dell’attività di valutazione esterna e riconosciuto dal MIUR.

Il sistema, operativo dal 2013, è stato recentemente aggiornato attraverso una revisione e diversa articolazione dei requisiti e degli indicatori di qualità, al fine di recepire i principi enunciati dagli ESG 2015, le nuove linee guida europee portatrici di un approccio:

  • centrato sullo studente e sull’apprendimento
  • con un’attenzione particolare alla promozione della flessibilità di percorsi educativi, all’adozione di metodi e strumenti didattici innovativi
  • in un’ottica di stretta complementarietà tra ricerca e formazione

Il nostro Ateneo, sulla base delle linee guida ANVUR, ha definito il proprio sistema di Assicurazione della Qualità (AQ), gli attori coinvolti e le responsabilità dell’AQ, nonché i processi e i flussi di informazione.

ATTORI DEL SISTEMA DI AQ:
Gli Organi di Governo

Gli Organi di Governo prendono in considerazione i documenti prodotti dai diversi attori del Sistema di Assicurazione della Qualità, al fine monitorare l’effettiva realizzazione delle proprie strategie e mettendo in atto interventi di miglioramento quando si evidenziano risultati diversi da quelli attesi.

Composizione e sito web

Il Nucleo di Valutazione (NdV)

Relativamente alle procedure di accreditamento delle Sedi e dei CdS, il NdV svolge le seguenti funzioni:

  • esprime un parere vincolante sul possesso dei requisiti per l’Accreditamento inziale ai fini dell’istituzione di nuovi corsi di studio;
  • verifica il corretto funzionamento del sistema di AQ e fornisce supporto all’ANVUR e al MIUR nel monitoraggio del rispetto dei requisiti di accreditamento iniziale e periodico dei corsi e delle Sedi;
  • fornisce sostegno agli organi di governo dell’ateneo e all’ANVUR nel monitoraggio dei risultati conseguiti rispetto agli indicatori per la valutazione periodica, nonché all’ateneo nell’elaborazione di ulteriori indicatori per il raggiungimento degli obiettivi della propria programmazione strategica, anche sulla base degli indicatori individuati dalle CPDS

Composizione e sito web

Il Presidio della Qualità di Ateneo (PQA)

È la struttura operativa interna all’Ateneo preposta alla supervisione e al monitoraggio del sistema di AQ di Ateneo.

composizione e sito web

La Commissione Paritetica Docenti - Studenti (CPDS)

Le Commissioni Paritetiche Docenti-Studenti (CPDS) sono istituite presso i Dipartimenti e la Scuola di Medicina, in base a quanto disposto all'articolo 2, comma 2, lettera g), della Legge 240/2010.

Come indicato nel documento Anvur "Accreditamento periodico delle sedi e dei Corsi di Studio - Linee Guida" al paragrafo 3.3, gli Atenei possono prevedere CPDS a diversi livelli, garantendo il coinvolgimento diretto degli studenti dei singoli CdS nell’analisi dei questionari:

  • a livello di singolo CdS o aggregati di CdS culturalmente omogenei e/o verticalmente consequenziali, che possono o meno condividere un consiglio integrato e garantiscono una rappresentanza di tutti i CdS afferenti; in tal caso possono suddividersi, se opportuno, in sottocommissioni corrispondenti ai diversi CdS;
  • a livello di Dipartimento, con la maggiore rappresentanza possibile di studenti dei CdS a esso afferenti e, se opportuno, una suddivisione in sottocommissioni corrispondenti ai diversi CdS;
  • a livello di struttura di raccordo didattico (Facoltà, Scuola o anche struttura di livello superiore), in cui non sono presenti rappresentanti di tutti i CdS; in tal caso, la CPDS può delegare i suoi compiti ad altri organismi rappresentativi dei singoli CdS. In alternativa, la CPDS deve operarsi per recepire direttamente le istanze degli studenti dei diversi CdS attraverso audizioni o altre forme di attività collettive.

La CPDS, in qualità di “valutatore interno” ha il compito di redigere annualmente una Relazione articolata per CdS e rivolta al NdV, al PQA e al CdS, redatta secondo uno schema suggerito da ANVUR. Essa è basata su elementi di analisi indipendente, che prende in considerazione il complesso dell’offerta formativa, con particolare riferimento agli esiti della rilevazione dell’opinione degli studenti ed evidenzia eventuali problemi specifici dei singoli CdS.

E' buona prassi che la Commissione Paritetica Docenti Studenti programmi incontri periodici al fine di svolgere un’attenta attività di monitoraggio, consultando per tempo le fonti messe a disposizione per la redazione della Relazione Annuale. 

Composizione delle CPDS

I Rappresentanti degli Studenti e gli Studenti

Gli studenti hanno il diritto di partecipare alla vita e al governo democratico dell'Università esercitando l'istituto della rappresentanza negli organi decisionali e di indirizzo di Ateneo. In tali organi la loro presenza non può essere inferiore al 15% dei membri provvisti del diritto di voto.

I compiti principali dei rappresentanti degli studenti sono:

  • Ascoltare e interrogare la comunità studentesca di riferimento
  • Portare le istanze raccolte al competente organo collegiale
  • Riferire periodicamente alla comunità studentesca le decisioni assunte dagli organi
  • Riunire periodicamente e almeno una volta l’anno la comunità studentesca di riferimento
  • Mantenere il contatto con i rappresentanti sia all’interno degli organi e commissioni del Dipartimento sia all’interno degli organi di governo dell’Ateneo
  • Proporre agli organi competenti azioni di miglioramento 
Il Corso di Studio (CdS) e il suo Responsabile

I Corsi di Studio (CdS) sono al centro della missione educativa delle Istituzioni di istruzione superiore. Sono progettati attraverso il disegno di uno o più profili in uscita, definiti attraverso l'individuazione delle loro caratteristiche scientifiche, culturali e/o professionali e, coerentemente, dei percorsi formativi che conducono all'acquisizione delle conoscenze e competenze specifiche associate loro. La progettazione dei CdS deve coinvolgere gli interlocutori interni ed esterni più appropriati al carattere e agli obiettivi del corso.

Nell’ambito del processo di assicurazione della qualità, il CdS è responsabile della redazione della scheda di monitoraggio annuale e del rapporto di riesame ciclico.

Il responsabile del CdS è responsabile della progettazione, della gestione e del continuo miglioramento del corso di studio. È inoltre responsabile e presiede le attività di riesame.

CORSI DI STUDIO DI ATENEO

La Commissione AiQua

La Commissione AiQua del Corso di Studio denominata in SUA-CDS "Gruppo di Gestione AQ" è il principale protagonista del processo di autovalutazione del corso di studio, assumendo un ruolo fondamentale nella gestione dei processi per l’assicurazione interna della qualità di ciascun Corso di Studio (CdS), attraverso attività di progettazione, messa in opera, monitoraggio e controllo.

Ciascuna Commissione AiQua è costituita da: Presidente/Responsabile/Referente del corso di studio, da un numero di docenti che varia a seconda del corso, da un'adeguata rappresentanza studentesca.
La Commissione AiQua si avvale del supporto di un Manager Didattico della Qualità (MDQ) della struttura didattica a cui afferisce il corso.
I compiti della Commissione AiQua, legati alla redazione ed analisi di documenti o di dati statistici, sono i seguenti:

  • la redazione annuale della SUA-CdS (con relativo aggiornamento delle consultazioni con le parti interessate);
  • l'analisi della Relazione Annuale del Nucleo di Valutazione (parte relativa alla valutazione del sistema di qualità dell'Ateneo e dei corsi di studio);
  • l'analisi dei risultati dei questionari di valutazione della didattica o di altri questionari (es. tirocini, stage, laureandi);
  • l'analisi di banche dati esterne (es. Almalaurea);
  • l'acquisizione e analisi della Relazione della Commissione Paritetica Docenti / Studenti;
  • la redazione della Scheda di Monitoraggio Annuale (che ha sostituito il precedente Rapporto di Riesame Annuale);
  • la redazione del Rapporto del Riesame Ciclico (da compilare almeno una volta ogni 5 anni e comunque in uno dei seguenti casi: in corrispondenza della visita della CEV - non più di un anno prima -, su richiesta del NdV, in presenza di forti criticità, in presenza di modifiche sostanziali dell’ordinamento).

La Scheda di Monitoraggio Annuale (SMA) e il Rapporto di  Riesame Ciclico (RRC) devono essere sottoposti all'approvazione dell'organo collegiale di riferimento (Consiglio di Corso o Consiglio di Dipartimento).
A seguito delle attività sopra descritte, la Commisione AiQua ha il compito di definire eventuali azioni correttive o interventi di miglioramento e di proporli all'organo collegiale di riferimento per l'approvazione e la messa in atto.

Composizione:

Il Dipartimento / La Struttura di raccordo

I Dipartimenti dell’Ateneo sono strutture didattiche e di ricerca, con il compito di programmare e gestire le attività didattiche formative a tutti i livelli e i servizi di supporto ad esse connessi, promuovere e coordinare le attività di ricerca istituzionali, nel rispetto dell'autonomia di ogni singolo professore e ricercatore e del diritto di ognuno di accedere direttamente ai finanziamenti per la ricerca, oltre a favorire il trasferimento della conoscenza.

Solo per i corsi di studi di area medica e relativamente alla didattica, la Scuola di Medicina è la Struttura di raccordo.

Ogni Dipartimento o la Struttura di raccordo è responsabile dell’assicurazione della qualità dei propri CdS. Il documento chiave / strumento di riferimento è la SUA-CdS (Scheda Unica Annuale del Corso di Studi), che per ciascun CdS contiene l’ordinamento didattico, la copertura delle attività formative (sia prevista che poi effettivamente erogata) e tutte le informazioni utili a conoscere il CdS (obiettivi e risultati di apprendimento e di supporto offerti agli studenti), relativamente a ciascun anno accademico.

Relativamente alle attività di ricerca e di terza missione, ogni Dipartimento ha il compito di redigere un documento chiave / strumento di riferimento denominato SUA-RD (Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale), previsto dal sistema AVA. Esso contiene le informazioni e i dati utili per la valutazione ed il monitoraggio della ricerca e della Terza Missione (trasferimento tecnologico e iniziative di Public Engagement).

La Commissione AiQuaR

Ciascun Dipartimento ha istituito una Commissione AiQuaR, con finalità di censimento, monitoraggio e autovalutazione, in attuazione degli indirizzi strategici di Ateneo. La Commissione, coordinata dal Direttore o da un suo delegato tra i docenti componenti, è nominata dal Consiglio di Dipartimento ed è composta da un numero non inferiore a tre docenti ed almeno una unità di personale tecnico-amministrativo con funzione di referente amministrativo della ricerca e di interlocuzione rispetto agli uffici dell’Amministrazione centrale, relativamente alla parte operativa dei lavori della Commissione.

La Commissione AiQuaR è incaricata del monitoraggio periodico dei risultati della ricerca dipartimentale e delle attività di terza missione, della redazione del rapporto di riesame annuale e della compilazione della SUA-RD (che verrà sottoposta all’approvazione del Consiglio di Dipartimento) e di mettere in atto tutto quanto necessario a tal fine.

La Commissione AiQuaR di ciascun Dipartimento coadiuva il Direttore di Dipartimento nella valutazione dell’andamento della ricerca della struttura, nella definizione delle strategie e delle politiche per la ricerca e la terza missione e nella proposta di azioni volte al miglioramento della qualità della ricerca dipartimentale.

Composizione delle Commissioni AiQuaR

MDQ / Referenti amministrativi per la ricerca

Il Manager Didattico per la Qualità (MDQ) è una figura professionale identificata a livello di Ateneo e presente in ogni struttura didattica, che opera a supporto delle attività connesse alla gestione della didattica e svolge la funzione di facilitatore di processo nel sistema di AQ. Per questa ragione, tra i componenti del gruppo di gestione AQ (Commissione AiQua) di ciascun Corso di Studio, è presente anche un MDQ.

Analogamente è stato individuato, all’interno del gruppo di gestione AQ Ricerca (Commissione AiQua-R) di ciascun Dipartimento, un referente amministrativo con  funzione di facilitatore di processo nel sistema di AQ, soprattutto per la raccolta ed organizzazione dei dati richiesti dalla SUA-RD.

Le Parti Interessate

Le Parti Interessate includono tutte le organizzazioni ed istituzioni potenzialmente interessate ai profili culturali e professionali dei laureati identificati per ciascun CdS, che esprimono quindi il fabbisogno di formazione in quell’ambito, proveniente dalla società.

La consultazione con le organizzazioni rappresentative - a livello nazionale e internazionale - della produzione di beni e servizi e delle professioni è un’importante attività che consente al Corso di Studio (CdS) di stabilire un collegamento permanente con il mondo del lavoro.
L’obiettivo principale di questa attività è mantenere un costante confronto tra la domanda e l’offerta di formazione, condividendo il progetto formativo del Corso di Studio e coltivando un’efficace collaborazione con le organizzazioni scientifiche e professionali, i rappresentanti del mondo della cultura, della produzione, anche a livello internazionale, non solo in fase di istituzione del CdS.