Università degli studi dell'Insubria

Ci presentiamo

L’Università degli Studi dell’Insubria nasce il 14 luglio 1998; è un ateneo pubblico, giovane, moderno e dinamico con sede a Como, Varese e Busto Arsizio.

Video promozionale di Ateneo

Video di presentazione di Ateneo l'Ateneo in pochi secondi
L'Ateneo in pochi secondi

I nostri numeri

11.000 studenti

dipartimenti

400 docenti

320 staff tecnico-amministrativo

4 Biblioteche

2 Collegi Universitari

2 Impianti Sportivi 

150 accordi di mobilità internazionale

150 borse di studio di mobilità internazionale

 

 

Apprendistato in Alta Formazione e Ricerca

8 contratti per i corsi di laurea in Matematica, Informatica, Scienze del Turismo, Scienze della Mediazione

1 contratto per il dottorato di ricerca in Biotecnologie, bioscienze e tecnologie chirurgiche

1 master in International Hospitality Management

XVIII Indagine Almalaurea 2016

Il tasso di occupazione Istat a un anno dal completamento degli studi è il 67.6% per le lauree triennali (nazionale: 42.6%), il 73.6% per le lauree magistrali a ciclo unico (nazionale: 54.6%), l’87.5% per le magistrali (nazionale: 69.2%), valori che posizionano l’Università dell’Insubria rispettivamente al quarto posto su 71 atenei per le triennali, al terzo posto su 58 per le magistrali a ciclo unico e al quarto posto su 71 per le magistrali.

I dati completi sono disponibili sul sito di Almalaurea.

La nostra vision

Sviluppare competenze oggi per la professione di domani

La nostra mission

Offrire didattica di qualità coniugata a servizi di qualità in un ambiente a misura di studente, in cui la didattica si affianca a ricerca di alto livello, capace di generare tecnologie di avanguardia e soluzioni innovative

I nostri obiettivi
  • didattica di qualità con particolare attenzione all’internazionalizzazione dei corsi di laurea e allo sviluppo di competenze fondamentali per l’ingresso nel mondo del lavoro
  • ricerca di punta in ambito nazionale e internazionale con forte carattere interdisciplinare
  • attenzione alle attività di terza missione in termini di collaborazione con il tessuto produttivo, con coloro che si occupano di formazione a tutti i livelli e con la società in generale (intesa come famiglie, studenti, enti locali, singoli cittadini)
Il nostro sigillo

Realizzato da Paul Scharff, coadiuvato da studiosi e esperti locali (in particolare, Daria Banchieri e Gaspare Morgione), il sigillo dell'Ateneo, in colore verde su sfondo bianco a richiamare la ricca vegetazione del territorio insubre, è la stilizzazione di due corsi d'acqua confluenti, dai quali prende vita il fiume centrale che taglia e unisce le due aree lacustri e fertilizza la terra circostante.

L'idea alla base del sigillo deriva da due reperti archeologici con motivo meandrospirale: una pintadera, una sorta di timbro usato a scopo rituale, proveniente dall'Isolino Virginia, sul lago di Varese, e una presa con volto umano, rinvenuta a Montano Lucino, in provincia di Como.

La spirale, simbolo delle fiamme e del fuoco secondo i Celti, ma anche del movimento delle acque, rappresenta la dinamicità di un Ateneo giovane e moderno.

Per saperne di più: